Il significato dei Brindisi, Prosit e chin chin

Il significato dei Brindisi, Prosit e chin chin

Il “brindisi” – il gesto che si fa alzando e toccando i bicchieri prima di bere in un gruppo di due o più persone- è un “saluto” in onore di qualcuno o qualcosa: come augurio di fortuna, buona riuscita in un’impresa o di un avvenimento ecc ecc.

Perché si dice fare un brindisi, seduti a tavola prima di iniziare a mangiare o durante i festeggiamenti? Cos’hanno a che fare tutti quei bicchieri con questo nome di città? Partiamo proprio da qui: il brindisi a cui si fa cenno nel modo di dire su cui indaghiamo oggi non ha nulla a che vedere con la provincia pugliese, bensì con la Germania, precisamente con la frase bring dir’s, che significa lo porto a te.

Il significato di fare un brindisi, insomma, rimanda all’azione di portare il calice verso il tuo (a te) a mo’ di buon auspicio: per brindare a te, per l’appunto.

La parola deriva dallo spagnolo brindis, a sua volta derivato dalla formula tedesca usata nelle libagioni bring dir’s “lo porto a te (il bicchiere, ergo il saluto)”.

I brindisi sono ovunque accompagnati da vari motti augurali pronunciati ad alta voce durante l’innalzamento e il “tocco” dei bicchieri.

Molto diffuso un tempo era Prosit!  terza persona singolare del congiuntivo presente del  verbo latino prodesse, “giovare”.

Prosit significa letteralmente “sia di giovamento” ed era la formula augurale che si faceva al sacerdote quando tornava in sacrestia dopo la celebrazione della Messa.

Cin cin invece ha  origini cinesi.

Dal termine ch’ing ch’ing (che significa “prego, prego”), si trasse la forma chin chin del pidgin english, l’inglese “universale” usato da commercianti e naviganti in genere in epoca vittoriana, soprattutto nel territorio di Canton.

Entrò in voga soprattutto tra i marinai e nei porti della vecchia Europa, soprattutto quelli italiani, dove venne introdotto proprio dagli ufficiali di Marina di Sua Maestà Britannica.

Attecchì subito nella nostra lingua perché il suono onomatopeico della parola si accordava benissimo con quello di due bicchieri o calici che si toccano tra loro.

Una curiosità; in cinese moderno, oggi ch’ing ch’ing vuole dire bacio; e in fondo, il delicato tocco di bicchieri è un metaforico bacio affettuoso scambiato tra chi beve in compagnia di amici.

10 modi per brindare

1. Saúde, Portogallo

Nel Medioevo era molto comune avvelenarsi, quindi brindare era il modo migliore di cambiarsi bicchiere e provare che non fossero tossici.

In questi casi prima di bere si esclamava Saúde per assicurarsi che il contenuto del bicchiere non fosse pericoloso.

portoghesi, i francesi, gli spagnoli e gli italiani continuano ad avere questa tradizione e bere”alla salute”.

 

2. Salud, Spagna

Anche in Spagna le persone brindano alla salute, ma spesso accompagnano il brindisi con una frase più lunga Salud y amor y tiempo para disfrutarlo – Salute amore e il tempo per goderselo!

 

3. Skål, Scandinavia

La parola scandinava Skål è usata per i brindisi e per celebrare l’amicizia e la gratitudine.

Letteralmente questa parola significa scodella e deriva dai tempi in cui tutti attorno al tavolo condividevano le bevande.

In Danimarca si può inoltre continuare il brindisi “Bunden i vejret eller resten i håret”.

 

4. Kippis – Maljanne – Pohjanmaan kautta – Hölökyn kölökyn, Finlandia

Fra la lista dei 10 modi modi di brindare nel mondo abbiamo una vastissima serie di brindisi finlandesi.

In Finlandia ci sono diversi  modi di brindare come “Kippis” e “Maljanne” che significa un brindisi per te. Un altro brindisi è “Pohjanmaan kautta”che significa ”complimenti” ed è usato nella maggior parte dei casi bevendo vodka.

Un ultimo brindisi è “Hölkyn kölkyn” che letteralmente non significa nulla ma è usato perché suona divertente!

 

5. Na zdorovie, Russia

E’ ormai diffuso che il brindisi russo per eccellenza sia “Na zdorovie” che vuol dire alla salute. Ma in realtà i russi brindano continuamente in modi diversi, e soprattutto il brindisi ha una struttura molto più complessa.

All’amicizia, alla famiglia, ma in particolare è interessante che per ogni brindisi c’è un vero e proprio aneddoto recitato, che può essere una poesia o una storia divertente.

Insomma la creatività non manca, ed ogni bevuta ha bisogno di una buona scusa.

 

 

6. Prost, Germania

Prost deriva dalla parola latina Prosit che significa “sia utile, faccia bene, giovi”, o anche “sia a favore”.

Sentiamo ormai questo brindisi molto spesso enunciato con tanta vivacità all’Oktoberfest a Monaco.

In casi più formali come quando si beve vino, i tedeschi sono soliti brindare con una variante “Zum Wohl” che significa “alla tua salute”.

 

 

7. Kanpai, Giappone

Nella lista dei 10 modi di brindare nel mondo ecco il brindisi giapponese: Kanpai.

In Giappone non si può di certo bere senza prima aver brindato, altrimenti considerato maleducato.

La parola “Kanpai” significa letteralmente asciuga il bicchiere!

 

 

8. Şerefe ! – Sağlığına ! Turchia

Il brindisi turco è “Şerefe” che significa ”al tuo onore”, e si può riferire anche alla parte di una moschea.

“Sağlığına” è un brindisi alternativo che si riferisce ai più comuni ”alla tua salute” e la forma al plurale “Sağlığiniza”.

 

 

9. Salute, Italia

In Italia possiamo dire salute in modi diversi, il più comune ”Cin cin” ha origini cinesi e si è diffuso anche per il suono onomatopeico dei bicchieri che si toccano.

in altri casi semplicemente salute, ed è seguito spesso da ”cento di questi giorni”.

 

 

10. Živeli, Serbia/Croazia/Bosnia

Il brindisi serbo ”Živeli” è assolutamente da conoscere se avete in mente un viaggio nei balcani, sarà la parola che sentirete più frequentemente.

Il brindisi si fa rigorosamente guardandosi negli occhi e incontrando tutti i bicchieri.

La parola deriva da ”Ziveti” che significa vivere, e il brindisi infatti vuol dire ”Viviamo a lungo” .

Scrivi Recensione

commenti

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info