Trenta dì, sessanta polente. Pellagra, pazzia e Movimento cattolico – Astino

Inizia Astino Incontri, ciclo di 7 appuntamenti da maggio a settembre con approfondimenti e divagazioni culturali sul tema della mostra Storie dimenticate. Follia e cura nell’antico manicomio di Astino, attualmente aperta nel monastero, e di tanti altri temi che traggono spunto dalla millenaria epopea dell’edificio. Dialoghi con personalità della cultura ed esperti, alcuni dei quali accompagnati da workshop ed esibizioni musicali dal vivo, condurranno il pubblico in un percorso di conoscenza, bellezza, consapevolezza e benessere. Entrando nel gruppo FB Astino Incontri si condividono informazioni, pensieri e immagini sulle serate e sugli argomenti trattati, anche con l’hashtag #astinoincontri.

La Fondazione MIA di Bergamo inaugura Astino Incontri con la prima conversazione dal titolo Trenta dì, sessanta polente. Pellagra, pazzia e Movimento cattolico, tenuta da due specialisti dell’argomento: Gianluigi Della Valentina e Cesare Fenili. Durante il dialogo, pensato in margine alla mostra Storie dimenticate. Follia e cura nell’antico manicomio di Astino, aperta fino a settembre ad Astino, i relatori daranno interpretazioni e risposte sul fenomeno della diffusione della terribile malattia della pellagra e del suo sintomo più destabilizzante, la malincolia, nel territorio di Bergamo tra la fine del Settecento e l’Ottocento.

Astino Incontri

Lo storico Fenili, studioso di storia della sanità bergamasca, offrirà una sua ricostruzione della nascita della malattia, delle varie teorie, delle terapie somministrate e del suo definitivo debellamento negli anni Trenta del Novecento, mentre Della Valentina, storico dell’economia, illustrerà le condizioni di vita dei contadini, il monofagismo a base di polenta di mais e la collegata endemia pellagrosa, mostrando quali strategie il mondo cattolico mettesse in campo di fronte alla questione sociale. Il ciclo di 7 incontri, che si susseguiranno dal 27 maggio al 16 settembre, è ideato e curato da Alessandra Civai, storica dell’arte, ed è organizzato in collaborazione con Bù Cheese.

Gianluigi Della Valentina ha insegnato nelle scuole superiori e all’Università degli Studi di Bergamo (Storia contemporanea e Storia economica). Già direttore del Museo etnografico di Verdello, collabora con istituti di ricerca, come l’Istituto Lombardo per la storia contemporanea, l’Ateneo di Bergamo e Archivio Bergamasco.

E’ autore di saggi di storia economica e sociale, in particolare dell’agricoltura. Fra gli ultimi volumi pubblicati una Storia dell’ambientalismo in Italia, edito da Bruno Mondadori e una Storia delle campagne bergamasche dal Settecento a oggi, edito dalla Fondazione per la storia economica e sociale di Bergamo.

Cesare Fenili si è laureato presso l’Università degli studi di Milano con una tesi su La pellagra in provincia di Bergamo dall’Unità alla prima guerra mondiale. Docente negli istituti superiori di Bergamo e provincia, ha svolto ricerche sulla storia dell’assistenza, della sanità, delle malattie a Bergamo tra XVIII e XIX secolo. Autore di alcuni Quaderni del Museo Storico della Città, si è occupato recentemente della diffusione dell’influenza ‘spagnola’ a Bergamo nel 1918. È membro del Centro studi e ricerche documentarie Archivio Bergamasco e del Consiglio Direttivo dei “Quaderni di Archivio Bergamasco”.

Dal 2008 ha promosso con Fiorenza Cerati e anima tuttora presso la Fondazione MIA l’Officina dello storico, laboratorio di didattica della storia e di educazione al patrimonio, rivolto alle scuole e giunto quest’anno alla X edizione.

___________

PROGRAMMA:

Prossimi appuntamenti Astino Incontri 2018

  • Domenica 10 giugno, ore 18.00

Recitar cantando.

La voce, il segno, il testo

Una lezione-performance con Maurizio Donadoni, attore, e Francesca Della Monica, cantante

  • Sabato 16 giugno, ore 16.30

Viaggi, pellegrinaggi: uomini in cammino

Ore 16.30 Il viaggio non è un tour

Silvano Petrosino, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Ore 18.00 Parole in viaggio: predicare nel Medioevo

Roberta Frigeni, Museo delle Storie di Bergamo

  • Sabato 30 giugno, ore 18.00

E su questa pietra ….”: architetture, miniere e cave in Val d’Astino.

Massimo Glanzer, speleologo Gruppo Speleologico Le Nottole, e Moris Lorenzi, architetto

  • Venerdì 13 luglio, ore 18.00

Un monastero senza monaci: assenza-presenza.

Essere monaco nel 2018

Luciano Manicardi, priore del Monastero di Bose.

Seguirà intervento musicale del pianista Paolo Ongis

  • Sabato 1 settembre, ore 18.00

Follia e ‘normalità’.

La storia ci interpella

Massimo Rabboni, direttore del Dipartimento di salute Mentale e Dipendenze dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Seguirà Chi sei? Test psicodinamico, condotto da Massimo Rabboni

  • Sabato 8 settembre, ore 18.00

Il pane degli altri.

A tavola con l’antropologo

Leopoldo Ivan Bargna, Università degli Studi di Milano Bicocca e Università Bocconi.

A seguire workshop Il pane con pasta madre e grani tradizionali, a cura di Tilde Forno Artigiano.

INFO:

Bù Cheese: +39 035.220289

Fondazione MIA: tel. 035.211355

info@fondazionemia.it

INGRESSO LIBERO

Per ulteriori informazioni contattare:

Alessandra Civai

acivai@libero.it

349.1708402

www.fondazionemia.it

Via Malj Tabajani, 4

24121 Bergamo

tel. 035.211355

responsabile segreteria: dott.ssa Cinzia Castelli

Scrivi Recensione

commenti

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
No announcement available or all announcement expired.
Info