Si chiude la 58° Fiera dei Librai Bergamo, 175.000 visitatori e oltre 25.000 libri venduti

Si è chiusa ieri, lunedì 1 maggio 2017, la 58° edizione della Fiera dei Librai Bergamo con un grande successo di pubblico, confermandosi una delle rassegne di settore tra le più importanti a livello nazionale: più di 175.000 visitatori in 17 giorni di manifestazione e oltre 25.000 libri venduti (21.600 nel 2016), tra gli oltre 50 mila titoli di romanzi, saggi e volumi per ragazzi offerti ai bergamaschi.

Fiera dei librai Bergamo

Fiera dei librai Bergamo

Un bilancio positivo, in aumento rispetto alla precedente edizioni (165.000 nel 2016) della Fiera dei Librai più antica d’Italia, organizzata da Promozioni Confesercenti, Sindacato Italiano Librai (SIL) e dalle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber – Associazione Librai Bergamaschi.

La manifestazione si è svolta come da tradizione nello storico Centro Piacentiniano di Bergamo, il Sentierone: l’elegante via di passeggio nel cuore della città che si è trasformata in una grande libreria estesa su 1200 mq di spazio espositivo suddiviso in 6 aree tematiche interamente dedicate al libro e 1 spazio conviviale dedicato alla lettura e alle numerose attività a tema per gli amanti dell’enogastronomia del territorio, organizzate dal Comune di Bergamo e East Lombardy.

In testa alla classifica delle vendite quest’anno si posiziona l’offerta editoriale dedicata ai Bambini e Ragazzi con il 25% (22% nel 2016), confermando la tendenza nazionale in cui i libri per ragazzi sono meglio in salute di tutti gli altri generi editoriali; a seguire la Narrativa, che in linea con la precedente edizione ha fatto registrare una richiesta di volumi pari al 23%; in salita l’area dedicata alle Occasioni con un 17% (15% nel 2016); quasi a pari merito seguono la Saggistica con il 13% e la Manualistica con il 12%; chiude la classifica l’Editoria locale con il 10% di richieste (9% nel 2016).

La classifica dei libri più venduti in Fiera dei Librai Bergamo vede al primo posto Quasi niente di Mauro Corona e Luigi Maieron (Chiarelettere); secondo La paranza dei bambini di Roberto Saviano (Feltrinelli); terzo Little Bergamo di Barbara Baldin e Sara Noris (Cobalto); quarto Escursionismo nelle valli bergamasche di S. Lyasis D’Adda; quinto 30 luoghi verdi del cuore in provincia di Bergamo, (E-Qua Ed.); sesto Storie della buonanotte per bambine ribelli di Francesca Cavallo ed Elena Favilli; settimo Animali mitologici bergamaschi di Ezio Foresti (Sestante); ottavo Bergamo scolpita di Marcella Cattaneo e Tosca Rossi (Grafica e Arte); al nono posto In montagna con i bambini di Roberto Cremaschi (Publistampa); decimo Contro venti e maree di Enrico Letta (Il Mulino); undicesimo L’Estate fredda di Gianrico Carofiglio (Einaudi); al dodicesimo posto chiude la classifica L’amore che mi resta di Michela Marzano (Einaudi).

Un grande successo di partecipazione confermato anche dalle 10.500 persone (10.320 nel 2016) che hanno seguito con interesse le 89 presentazioni di libri (117 nel 2016), scrittori, piccoli editori, storie del territorio e dibattiti nel nuovo Spazio Incontri, allestito adiacente a Teatro Donizetti, sul palco dello stesso teatro e alla Domus di Piazza Dante.

Un programma ricco quello della 58° edizione, caratterizzato dalle nuove uscite del panorama editoriale nazionale e impreziosito dalla partecipazione di 80 autori e un “Big” d’eccezione, Roberto Saviano, l’ospite d’onore della manifestazione che ha letteralmente riempito il Teatro Donizetti con la presenza di circa 1100 persone.

Non sono mancate infine le occasioni di divertimento anche per i più piccoli, pubblico particolarmente affezionato alla Fiera, che hanno animato numerosissimi – più di 500 – il giocoso “Spazio Bimbi” un ambiente colorato dove hanno potuto leggere, disegnare, giocare e imparare nei 23 laboratori sulla lettura, la creatività e la giocoleria.

Antonio Terzi, Cartolibreria Nani e Presidente di Li.Ber Associazione Librai Bergamaschi: “Anche quest’anno la Fiera ha dimostrato la sua vitalità. L’idea di portare i libri tra la gente funziona ed è ancora probabilmente il miglior veicolo per un’efficace promozione del libro e della lettura, da prendere a modello. Quest’anno poi, ancor più di altri anni, la Fiera è diventata luogo nel quale parlare di librerie e di ricette per riconquistarne la centralità. Diversi gli autori e le personalità, da Carofiglio a Enrico Letta, che hanno sottolineato e fornito sostegno alle proposte che anche la Fiera dei Librai di Bergamo ha fatto pervenire alle Istituzioni. Per questo siamo ancor più orgogliosi di quanto proposto anche quest’anno”.

Ornella Bramani, Direttore artistico della 58° Fiera dei Librai Bergamo: “Gli incontri con gli autori quest’anno sono stati particolarmente affollati. Ho notato molte persone in fiera o nelle immediate vicinanze con il programma in mano, attente a non perdere gli appuntamenti preferiti.

Gli scrittori che credevano che Bergamo fosse una piazza difficile si sono ricreduti e abbiamo ricevuto i complimenti da parte di molte case editrici. Non potevamo desiderare nulla di più. L’impegno per il prossimo anno sarà quello di continuare nella direzione intrapresa perché ora sentiamo che i lettori bergamaschi sono dalla nostra parte”.

Giacomo Salvi, Direttore Confesercenti Bergamo: Siamo molto soddisfatti per i risultati raggiunti; numerose sono state le vendite e affollati di un pubblico sempre più appassionato i tanti incontri con l’autore, ogni anno sempre più di qualità.

Raccogliamo anche i risultati di una decisione coraggiosa, quella di posizionare lo Spazio Incontri vicino a Teatro Donizetti – una nuova Agorà -, che ha ridato vita ad un luogo storico, culturale e commerciale del centro cittadino. Ogni anno la Fiera è per noi organizzatori e promotori una sfida che affrontiamo con entusiasmo, passione e con la convinzione che portare i libri in piazza, nei tradizionali luoghi di cultura del territorio, contribuisca alla promozione della lettura.

Un grande grazie quindi ai librai, senza i quali nulla sarebbe possibile, ma anche agli organizzatori, alle Istituzioni, ai numerosi sponsor amici della Fiera, al Premio Nazionale di Narrativa Bergamo che ha contribuito alla realizzazione della bellissima serata con Roberto Saviano e al Comune di Bergamo che ha lavorato insieme ai librai per ottenere la qualifica di Bergamo Città che legge”.

Scrivi Recensione