Proverbi di Settembre

Proèrbe del mis de Setèmber – Proverbi del mese di Settembre in Bergamasco

Se l’ piöv a san Gorgòne, töt utùer l’è ü demone.

Se piove a san Gorgonio, tutto ottobre è un demonio (brutto tempo).

Quando l’ piöv ol dé de san Gorgòne, a l’ piöv per töt ‘l ötörno.

Quando piove il giorno di san Gorgonio, piove per tutto l’autunno.

A san Maté, aqua denàcc o de dré.

A san Matteo acqua o prima o dopo.

A san Maté, la castègna la à o la é.

A san Matteo la castagna o si forma o va a male.

A san Maté, ol durd l’è lé.

A san Matteo, il tordo è li che attende.

A san Maté, ol cassadür l’è prèst in pé.

A san Matteo, il cacciatore è mattiniero.

A san Michél, castégne a trè a trè.

A san Michele, castagne a tre a tre.

A san Michél, castégne sóta i pé.

A san Michele, castagne persino sotto i piedi.

A san Michèl, la merènda la cróda zó del cél.

A san Michele, la merenda cade dal cielo.

Braghe de tila e melù, de setèmber no i è piö bu.

Calzoni di tela e meloni a settembre non valgono niente.

I michì de san Nicóla a pöcc e a pöte i ghe fa góla.

I panini di san Nicola fanno gola a ragazzi e ragazze.

La lüna setembrina, sèt lüne la ‘ndüina.

La luna di settembre, indovina altre sette lunazioni.

Ol vènt de setèmber a l’ mangia la castègna e l’ biv ol vi.

Il vento di settembre mangia la castagna e beve il vino.

San Michél a l’ pórta ol candelér, San Giósep a l’ la ripórta ‘ndre.

San Michele porta il candeliere (dal cielo) san Giuseppe lo riporta indietro.

Se san Michél arcàngel a l’ se bagna i ale, a l’ piöv  ‘nfina a Nedàl.

Se san Michele arcangelo si bagna le ali, piove fino a Natale.

Setèmber cula piòmb.

Settembre scioglie il piombo.

Carmen Fumagalli Gueriglia

Scrivi Recensione

commenti

VALORIZZIAMO LE NOSTRE TRADIZIONI

Vivere Bergamo

SERVIZIO "GRATUITO" WEB VIVERE BERGAMO

Con questa breve guida ti vogliamo far conoscere l'opportunità di conoscere e partecipare al progetto totalmente gratuito, dedicato a Bergamo, archivio che raccoglie, ordina e semplifica la ricerca nel web, per la promozione turistica di tutti i comuni Bergamaschi.

"Promozione Turistica del territorio"

Cosa è un Portale? La differenza da un sito turistico? Perchè pubblicare la mia pagina?
  • Un portale ti consente di accedere alla tua pagina e modificare le informazioni dal tuo pc.
  • Vivere Bergamo include 243 comuni e raccoglie le informazioni dei vari siti turistici locali
  • Pubblicare la tua pagina significa farsi trovare quando un utente cerca in google attraverso la combinazione di parole chiave
  • La tua attività verrà trovata per categoria e per il nome del tuo comune: es: Negozi , Eventi , Itinerari, Scuole , Articoli , Aziende , Servizi , Locali , Mangiare , Dormire , Associazioni , Artisti , Case , Lavoro

COSA CI DIFFERENZA DAI SITI TURISTICI LOCALI?

Vivere Bergamo ha sviluppato uno strumento web di raccolta dati dove ogni utente può pubblicare e segnalare le informazioni in modo semplice. Ogni categoria presenta un formulario personalizzato per la compilazione dei dati. Una volta verificata la pagina e messa online dal nostro Staff, si può accedere attraverso la propria area utente, con i codici ricevuti via email e aggiornare le informazioni in tempo reale dal proprio Pc.

 

Confermiamo la nostra piena disponibilità per collaborare con siti e portali locali in modo da migliorare l'informazione di ogni comune attraverso la condivisione mediatica.

 

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE

Caratteristica fondamentale del portale è la presenza in ogni pagina che parla del tuo paese di una tastiera dedicata, l'utente in modo immediato, leggendo un articolo, trova le informazioni del comune, questo semplifica la navigazione e fa scoprire nuove realtà del territorio semplicemente navigando tra i nostri portali.

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info