Pensiero di venerdi 9 giugno 2017 M.O.Aivanhov

Dio creò l’uomo a Sua immagineconseguenze di questa verità

Nel libro della Genesi è scritto che il sesto giorno Dio creò l’uomo e che lo fece a Sua immagine. Ma quando agli esseri umani si parla dell’avvenire sublime che li attende, anche tra gli ebrei e i cristiani, che pure hanno letto e ascoltato spesso questo passaggio della Genesi, ce ne sono pochissimi in grado di capirlo e di prenderlo sul serio. Allora, che cosa fanno di questa verità essenziale rivelata nei loro Libri sacri? Se l’essere umano è stato creato a immagine di Dio, occorre essere logici e accettarne le conseguenze. E una di queste conseguenze, per l’appunto, è che nonostante tutte le imperfezioni e le debolezze che si constatano in lui, egli è destinato a un avvenire divino, sublime. Non si ha il diritto di limitare la portata di questa verità. Altrimenti, quale futuro si ha in mente per l’immagine di Dio?…

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Scrivi Recensione