Pensiero di giovedi 27 aprile 2017 M.O.Aivanhov

Cinque sensi, ciò che possono insegnarci riguardo alle persone che incontriamo

La vista, l’udito, l’odorato, il gusto e il tatto ci offrono una buona conoscenza della realtà materiale. Ma i cinque sensi hanno dei prolungamenti nel mondo psichico e, per chi ha imparato a esercitarli, sono utili anche nelle relazioni con gli altri.

Meditazione e yoga

Meditazione e yoga

Gli occhi permettono di interpretare certi impercettibili dettagli del comportamento; le orecchie – anche al di là delle parole pronunciate – analizzano le intonazioni di una voce, anche al telefono. L’odorato percepisce gli odori delle emanazioni psichiche, e infine il gusto ne rivela i sapori. Quanto al tatto, è sufficiente stringere la mano di una persona per essere immediatamente informati sul suo carattere, poiché in una stretta di mano l’essere si esprime nella sua interezza. Quanti rimpiangono di non aver saputo mostrarsi perspicaci riguardo alle persone che hanno incontrato! Hanno sopravvalutato le une, sottovalutato le altre… Perché? Perché hanno sempre troppa fretta di esprimere un giudizio. Si pronunciano in base a una prima impressione, e spesso come fa comodo a loro. D’ora in poi occorre essere meno affrettati, più prudenti, più riflessivi, sapendo che anche se è difficile conoscere gli esseri umani, i cinque sensi, ben esercitati, ci forniscono già alcune indicazioni.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Scrivi Recensione

commenti

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
No announcement available or all announcement expired.
Info