Pensiero di domenica 19 marzo 2017 M.O.Aivanhov

Sofferenza,  l’intelligenza cosmica ce la infligge come ultima risorsa

Per poter comprendere la sofferenza e sopportarla, per cominciare non bisogna considerarla un castigo celeste. La sofferenza è anzitutto un avvertimento, una lezione che ha lo scopo di fermare gli esseri umani su una china dalla quale stanno precipitando e andando verso la rovina.

Soffrenza

Quando si ostinano nel loro rifiuto a comprendere, solo la sofferenza può istruirli e salvarli. Ovviamente sarebbe meglio evitare di arrivare a quel punto, ma che fare? Quando l’Intelligenza cosmica ha provato con la saggezza e con le spiegazioni inviando degli Iniziati, quando ha provato con l’amore e la pazienza inviando santi, profeti e martiri, e nonostante ciò non ci sono cambiamenti, non Le rimane altro che utilizzare le prove, e allora lascia che i despoti, i criminali e i carnefici prendano il potere. L’Intelligenza cosmica utilizza la sofferenza solo come ultima risorsa quando, dopo aver provato di tutto, non rimane altro che questo mezzo per indurre gli esseri umani a riflettere.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Scrivi Recensione

commenti