Pensiero del giovedi 2 marzo 2017 M.O.Aivanhov

 Imparariamo a captare le onde venute dalle regioni celesti

La radio, il telefono, il radar, la televisione ecc. sono altrettante applicazioni pratiche di un’unica scoperta: la circolazione delle onde attraverso lo spazio. Ma perché lasciare che siano solo la scienza e la tecnica a sfruttare questa scoperta?

Pensiero del giorno

Lo spazio non è percorso esclusivamente da onde che permettono di telefonare, di seguire un programma radiofonico o televisivo ecc. Altre onde ancora più sottili lo attraversano; l’aria che ci circonda è satura di correnti e messaggi che anche noi possiamo captare. Sì, perché il Creatore ha posto nell’uomo degli apparecchi che gli permettono di ricevere le onde emesse dagli spiriti più evoluti: gli Iniziati, gli Angeli, gli Arcangeli e tutte le entità celesti. Allora perché rimanere in comunicazione solo con esseri umani che fanno udire tante grida, proteste, rivendicazioni e minacce? Noi dobbiamo utilizzare gli apparecchi che Dio ci ha dato (il cervello, ovviamente, ma anche il plesso solare, il centro Hara e i chakra) per entrare in relazione con gli esseri che sono superiori a noi. Quando riusciamo a entrare in vibrazione con la loro lunghezza d’onda, veniamo accolti nella loro luce e nella loro pace.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Scrivi Recensione