Nomadi in concerto – Dalmine

Nomadi in concerto all’Oratorio di Sforzatica a Dalmine giovedì 13 settembre 2018

In concerto a Sforzatica all’oratorio Papa Giovanni XXIII 55 anni di successi dei Nomadi. I Nomadi porteranno sul palco i successi di 50 anni di carriera che hanno riunito nei due cd del nuovo album «Nomadi 55 – Per tutta la vita», il nuovo progetto discografico uscito a giugno. I brani di una vita sono interpretati da Yuri Cilloni, la nuova voce del gruppo dal 2017.

Orario di Inizio Concerto 21:30

Costo Biglietto:

Intero € 22.00 in Prevendita
Giorno dell’Evento Intero € 20.00
Bimbi sotto i 12 anni Ingresso Omaggio
Disabili Ingresso Omaggio con accompagnatore pagante
Biglietto Omaggio per iscritti al Nomadi Brothers previa prenotazione nomadi@nomadi.it

Prevendite:

ATALANTA CLUB DEA DALMEN Via Dante, 1/C tel. 035/373941-035/564951
LATTERIA S.R.L. Viale Betelli, 56 Dalmine 334/5230959 – 333/5345671
CARAFFA’S Via Cinquantenario, 6 Dalmine tel. 349/2977796-393/4035254
CONAD Dalmine Viale Betelli, 55 Dalmine tel. 035/370568
CONAD Dalmine Via Salmeggia, 5/7 Dalmine tel. 035/561195
CONAD Margherita Zanica Via libertà, 26 tel. 035/670127
CARTOLERIA ZEUS Largo Europa, 20 tel. 035/566654
RIZZO GOMME Via Industria, 21 tel. 035/4992483

nformazioni: Infoline 348.8087375 – 380.6512225

Segnali Caotici 0522.934906 – 335.327103 – 338.5347199 | info@nomadi.it – elima@nomadi.it

Nomadi Brothers 339.7130100 – nomadi@nomadi.it

Sono i primi anni 60 quando tra Modena e Reggio Emilia Beppe Carletti Augusto Daolio decidono di formare una loro band. L’esordio avviene nel 1963 e il nome scelto è Nomadi, denominazione scelta un po’ per caso ma forse anche per destino.

Nel 1965 esce il loro primo 45 giri dal titolo Donna la prima donna e un anno dopo inizia la collaborazione con un allora sconosciuto Francesco Guccini. Da questo sodalizio nascono canzoni che segneranno una tappa fondamentale nel panorama musicale italiano: Noi non ci saremo Dio è morto, diventeranno dei veri e propri stendardi per milioni di giovani. E nel 72 Io Vagabondo ancora oggi canzone simbolo della band e inno per diverse generazioni.

Da questo momento inizia la scalata: partecipazioni televisive, presenza alle manifestazioni canore e numerosi lavori discografici che porteranno la band ad avere un riconoscimento ufficiale da parte di critica e pubblico.
Il lavoro dei Nomadi non si arresta negli anni nonostante le diverse sostituzioni all’interno del gruppo, ma al contrario riescono a rinnovarsi, modernizzarsi e trarre linfa musicale da ogni nuovo componente.

Sono passati 54 anni ma loro sono ancora lì: 90 concerti all’anno in tutta la Penisola con una media annuale di 1.000.000 di spettatori che comprendono bambini, genitori e nonni, creando così quello che si può definire il “popolo nomade”. Inoltre la band ha assunto anche la nomina di gruppo più longevo in Italia e prima di loro solo i Rolling Stone.

Dal 1993 al 2017 ha avuto luogo un evento, il “Nomadincontro – Tributo ad Augusto”, arrivato alla XXV Edizione, che vede come protagonista lo stesso gruppo, con l’intento di ricordare colui che ne fu l’ideatore e ispiratore: Augusto Daolio. Il cuore del Nomadincontro è l’assegnazione del premio “Tributo ad Augusto”, assegnato ad artisti italiani che si sono distinti per valore umanitario. Il riconoscimento è stato assegnato ai più grandi artisti italiani: Zucchero, Roberto Vecchioni, Biagio Antonacci, Franco Battiato, Daniele Silvestri, Pooh, Piero Pelù, Francesco Renga, Luca Carboni, Fiorella Mannoia, Enzo Jacchetti. Inoltre nel corso degli anni sono stati assegnati premi speciali: Don Gallo, Neri Marcorè, Luciano Ligabue, Umberto Veronesi, Don Antonio Mazzi, Marino Bartoletti.

Ad oggi il gruppo emiliano conta 52 lavori, fra dischi in studio, live e raccolte per un totale oltre 15.000.000 di copie vendute. Ma ci sono anche altri numeri importanti: 100 fans club dal Trentino alla Calabria che ogni giorno manifestano tutto il loro sostegno e oltre 150 Cover Band. Accanto a ciò vi è anche l’impegno umanitario che ha visto i Nomadi promotori di varie iniziative di solidarietà e numerosi viaggi benefici ( Per citare alcune tappe: Santiago del Cile, Gerusalemme, Chiapas, Perù, Albania, Vietnam, Sumatra, Brasile, Cambogia, Madagascar) che hanno portato all’incontro con personaggi del calibro di : Dalai Lama, Giovanni Paolo II, Yasser Arafat, Michel Sabbah Patriarca di Gerusalemme, Fidel Castro, Tara Gandhi. A ciò va aggiunto l’impegno sostenuto nella nostra terra: nel 2012 Beppe Carletti organizza il Concerto per l’Emilia a favore delle zone colpite dal terremo.

L’evento ha visto la partecipazione di 1.189.896 persone ed ha contributo al ripristino di un’ala degli ospedali di Carpi ( MO) e di Mirandola ( MO).

Sempre nello stesso anno i Nomadi partecipano anche al concerto ItaliaLovesEmilia, per ribadire la vicinanza al popolo emiliano colpito dalla calamità.
Nel 2013 i Nomadi hanno festeggiato i 50 anni di Musica a Cesenatico, con una tre giorni di musica, incontri e solidarietà, proprio in quella riviera romagnola che ha dato l’input al loro esordio nel 1963.

Il 2014 è l’anno di “50+1” , il cd contenente 32 brani storici interamente rivisitati e 2 inediti. Il 10 giugno 2016 è uscito il doppio album “COSÌ SIA – XXIV TRIBUTO AD AUGUSTO” anticipato dal singolo “Così sia“.

A distanza di tre anni dal precedente lavoro, il 27 ottobre 2017 esce il nuovo attesissimo album di inediti dei Nomadi: NOMADI DENTRO. 

Il titolo carico di significato e fortemente voluto da Beppe Carletti, rappresenta a pieno l’identità della storica formazione emiliana. Allo stesso tempo è un album ricco di novità, tra tutte la presenza di Yuri Cilloni (voce della band dal 3 marzo 2017) e dall’importante contributo ai testi di Marco Rettani: elementi, questi, che portano una ventanta di freschezza al nuovo capitolo discografico dei Nomadi.

Oltre a quella di Rettani, l’album vanta la collaborazioni di penne importanti, tra le quali quella di Alberto Salerno e quella di Francesco Guccini. L’album è anticipato dal singolo “Decadanza“, in radio e su tutti i digital store dal 6 ottobre.

I Nomadi sono Beppe Carletti (tastiere, fisarmonica e cori – dal 1963), Cico Falzone (chitarre e cori – dal 1990), Daniele Campani (batteria – dal 1990), Massimo Vecchi (basso, voce – dal 1998), Sergio Reggioli (violino, voce – dal 1998), Yuri Cilloni (voce – dal 2017).

HOME PAESE Dalmine ARTICOLI Dalmine ITINERARI Dalmine EVENTI  Dalmine NEGOZI Dalmine MANGIARE Dalmine DORMIRE Dalmine LOCALI Dalmine SERVIZI Dalmine AZIENDE Dalmine CASE Dalmine SCUOLE Dalmine ASSOCIAZIONI Dalmine ARTISTI Dalmine WEB CAM Dalmine VIDEO Dalmine

 

Scrivi Recensione

commenti

SPONSOR di Dalmine – Vuoi sostenere la pagina del tuo comune?

INFORMAZIONI

Attività DalmineNegozi DalmineAziende DalmineServizi DalmineLocali DalmineRistoranti DalminePizzerie DalmineItinerari DalminePaese DalmineComune DalmineDove andare DalmineInformazioni DalmineNotizie Dalmine Info Dalmine Storia DalminePersonaggi Dalmine Numeri Utili Dalmine Curiosità Dalmine Popolazione Dalmine Frazioni Dalmine Vivere Dalmine Informazioni Turistiche Dalmine Dalmine Comune Dalmine Informazioni Dalmine Paese Dalmine Fotografie Immagini DalmineDalmine FotografieFoto DalmineEventi DalmineScuole DalmineAssociazioni DalmineHotel DalmineDove Dormire DalmineOggi DalmineDove Mangiare Dalmine
ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info