Nevicata 1985 Provincia di Bergamo

La Nevicata del 13 gennaio 1985 in Provincia di Bergamo

Con questo articolo vogliamo ricordare quello che per molti bergamaschi è ancora un ricordo indelebile nella propria mente,”La nevicata storica del 1985″ che imbiancò tutto il nord d’ìtalia e la Bergamasca.

Nevicata Valtorta

Nevicata Valtorta

Bergamo si svegliò avvolta da un candido manto che solo in città raggiunse i 50 centimetri mentre nelle valli tra i 70 centimetri e arrivo ai 2 metri sulle nostre montagne, un clima davvero incredibile.

Nevicata-1985-Casnigo

Tra il 13 e il 15 di gennaio, fiocchi giganti hanno avvolto la nostra Provincia creando un’atmosfera fiabesca per i più piccoli, dove dichiarando allerta con la conseguenza delle scuole chiuse, abbiamo vissuto momenti di puro divertimento, negozi presi d’assalto per acquistare bob e slitte e tutto ciò che poteva scivolare, dai sacchi dell’immondizia alle vaschette di plastica.

Neve 1985 Carobbio degli Angeli

Neve 1985 Carobbio degli Angeli

La veduta dei più grandi aveva una diversa veduta con auto distrutte, tetti da spazzare per il peso della neve che causava il crollo, alberi spezzati e traffico in tilt, come dimenticare i muri bianchi a lato delle strade.

LA SITUAZIONE DI QUEI GIORNI A BERGAMO

E’ il 13 gennaio 1985, una domenica pomeriggio. Cominciano a cadere i primi fiocchi. Per le regioni settentrionali è l’inizio della “nevicata del secolo”.  Molte città italiane sono nella morsa del freddo da giorni. Già ai primi del mese il freddo e la neve si sono abbattuti nelle città del centro e del sud Italia, con nevicate eccezionali a Roma, Napoli, Cagliari, L’Aquila, in Toscana, Umbria, nelle Marche, in Abruzzo, Puglia, Calabria, Basilicata. Nevica abbondantemente anche lungo le coste della Francia e della Spagna, come a Barcellona, ma anche nei paesi del Nord Africa, come in Marocco e Tunisia.

Palosco 1985

Palosco 1985


Il gelo intanto si accanisce sempre più sulle regioni del centro-nord e le temperature minime registrate sono a dir poco da “brividi”: Firenze registra -23°, Piacenza -22°, Parma -21°, Verona -18°, Bologna -16°, Brescia -16°, Udine -15°, Milano -14°, Pisa -14°, Torino -13°, Perugia -10°, solo per citarne alcune. L’aria gelida in arrivo dalla Russia si scontra con le correnti miti di origine nordafricana. E’ la combinazione perfetta per la nevicata del secolo.

Nevicata 1985 Morengo

Nevica consecutivamente per circa quattro giorni, fino a giovedì 17 gennaio. Gli accumuli sono spaventosi e le città piombano nel caos. A Udine cadono 50 centimetri di neve, a Bologna 80cm, a Milano 70 centimetri, a Brescia 105cm, a Como 110cm, a Trento 130cm.

Ponte San Pietro Nevicata 1985

Chiudono fabbriche, uffici e scuole, molte tubature si congelano, saltano diverse condutture del gas lasciando interi paesi al gelo, il traffico va in tilt con incidenti e mezzi finiti fuori strada, i trasporti vanno in crisi e nei negozi scarseggiano i beni alimentari.

Costa Volpino Nevicata 1985

Costa Volpino Nevicata 1985

Si utilizzano i cingolati dell’esercito per rimuovere i veicoli pesanti rimasti bloccati, crollano tegole, cornicioni, tetti di case e capannoni. Militari, studenti e cittadini, tutti si improvvisano spalatori. Pale e sale vanno a ruba, ognuno cerca a modo suo di fare qualcosa per affrontare e superare questa incredibile emergenza meteorologica. 

Nevicata 1985 Canonica d’Adda

Ma anche in tutto questo trambusto c’è chi sorride. I bambini e i ragazzi sono ben contenti di non dovere andare a scuola, giocano a palle di neve e costruiscono enormi pupazzi. E pure gli adulti non sono da meno. C’è chi in città si muove pure con gli sci. 

Fu la nevicata del secolo che durò 48 ore dove le strade erano impraticabili, le auto bloccate nei garage, gente a piedi nelle strade e naso all’insù verso qui fiocchi che facevano vivere un meraviglioso sogno.

 

Scrivi Recensione

commenti

VALORIZZIAMO LE NOSTRE TRADIZIONI

Vivere Bergamo

SERVIZIO "GRATUITO" WEB VIVERE BERGAMO

Con questa breve guida ti vogliamo far conoscere l'opportunità di conoscere e partecipare al progetto totalmente gratuito, dedicato a Bergamo, archivio che raccoglie, ordina e semplifica la ricerca nel web, per la promozione turistica di tutti i comuni Bergamaschi.

"Promozione Turistica del territorio"

Cosa è un Portale? La differenza da un sito turistico? Perchè pubblicare la mia pagina?
  • Un portale ti consente di accedere alla tua pagina e modificare le informazioni dal tuo pc.
  • Vivere Bergamo include 243 comuni e raccoglie le informazioni dei vari siti turistici locali
  • Pubblicare la tua pagina significa farsi trovare quando un utente cerca in google attraverso la combinazione di parole chiave
  • La tua attività verrà trovata per categoria e per il nome del tuo comune: es: Negozi , Eventi , Itinerari, Scuole , Articoli , Aziende , Servizi , Locali , Mangiare , Dormire , Associazioni , Artisti , Case , Lavoro

COSA CI DIFFERENZA DAI SITI TURISTICI LOCALI?

Vivere Bergamo ha sviluppato uno strumento web di raccolta dati dove ogni utente può pubblicare e segnalare le informazioni in modo semplice. Ogni categoria presenta un formulario personalizzato per la compilazione dei dati. Una volta verificata la pagina e messa online dal nostro Staff, si può accedere attraverso la propria area utente, con i codici ricevuti via email e aggiornare le informazioni in tempo reale dal proprio Pc.

 

Confermiamo la nostra piena disponibilità per collaborare con siti e portali locali in modo da migliorare l'informazione di ogni comune attraverso la condivisione mediatica.

 

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE

Caratteristica fondamentale del portale è la presenza in ogni pagina che parla del tuo paese di una tastiera dedicata, l'utente in modo immediato, leggendo un articolo, trova le informazioni del comune, questo semplifica la navigazione e fa scoprire nuove realtà del territorio semplicemente navigando tra i nostri portali.

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info