“L’ora più bella della giornata” di Manuela Loglio. “Una parola, mille incontri, sguardi, abbracci, sorrisi…”

Riprendere a scrivere, riprendere a leggere i tanti appunti scritti in quei mesi, guardarsi dentro e sentire che, nonostante le distanze, tutto è rimasto lì. O, meglio, continua ad accompagnare i tuoi passi.

Grazie per questa bella opportunità…

Una parola, mille incontri, sguardi, abbracci, sorrisi…

Missione, Missionari… ho sentito queste parole fin da piccola ma ritrovarsi in mezzo è tutta un’altra cosa.

Ho sentito tante storie di sacerdoti e laici impegnati in questo progetto di vita ed ognuno di loro aveva un cammino ben segnato, un’idea ben chiara. Sono rimasta affascinata dai loro racconti, dalla loro voglia di non fermarsi mai, dalla loro straordinaria positività e soprattutto dal rispetto verso l’altro, la sua storia e le credenze.

L'ora-piu-bella-della-giornata-bergamo

“L’ora piu bella della giornata” di Manu Loglio

Prima di questa grande esperienza ne ho avute altre molto più brevi ma molto intense: due settimane in India, affiancata a medici e dentisti, per tre estati successive e due settimane in Bolivia, a Munaypata con un gruppo di amici e mio marito.

Sono state esperienze molto diverse tra loro, non facili sicuramente, ma che mi hanno permesso di aprire il cuore e la mente, di conoscere mondi nuovi e soprattutto di conoscere il mio mondo.

Si, perché in tutte le esperienze vissute mi sono sempre prima misurata con me stessa, con i miei limiti, con le mie piccolezze e le mie difficoltà, con le mie convinzioni e le mie credenze.

Misurarsi vuol dire conoscersi, riconoscere se stessi per andare incontro all’altro e, nel frattempo lasciar cadere tutti quei giudizi e quelle convinzioni che fanno parte del tuo mondo, ma che possono non far parte del mondo dell’altro.

Sentirsi strana, inadeguata, imbarazzata e per tutta risposta avere sorrisi, abbracci e sguardi che fanno cadere tutto ciò.

Da ogni persona incontrata mi sono sempre sentita accolta, aspettata e rispettata e ho sempre cercato di fare lo stesso…

Dentro ad ogni esperienza vissuta sento di aver camminato su un’unica strada fatta di mille incontri, mille sguardi, abbracci e sorrisi… al di là del fare, al di là di quello che le mie mani hanno fatto in concreto per loro. Si perché Missione non vuol dire fare. Vuol dire esserci e avere voglia di incontrare l’altro spesso dimenticato, fragile e sconosciuto. Vuol dire fargli sentire che conoscerlo e stare con lui ci interessa più di qualsiasi altra cosa… e che grazie a ciò nasceranno emozioni, ricordi e momenti unici.

Ho vissuto momenti di crisi, dubbi, smarrimenti e la domanda più grossa e più ricorrente, farcita di una sana dose di ansia da prestazione, era “Ma io cosa posso fare per loro?” “Ditemi come sarà la mia giornata, ditemi cosa devo fare?”…

Credo che solo oggi dopo l’esperienza in Bolivia, durata più delle altre, posso dire di cominciare a conoscere il significato di Missione… Incontro, prima di ogni altra cosa, che poi diventa conoscenza, cammino, condivisione, aiuto reciproco.

Ho visto tanti volontari cercare risposte in queste esperienze, avere sete di qualcosa di vero, di una strada da percorrere e di un significato da dare alla propria vita. Pericoloso certo, importante, forse troppo…. Ma sicuramente un atteggiamento vero e genuino.

Vivere queste possibilità con l’umiltà di chi si affida a chi incontra, ai missionari che hanno dedicato la loro vita a quella terra e alle persone che quella terra la conoscono perché ci sono nati… e semplicemente scegliere di camminare insieme, cercando insieme le risposte a quelle domande che ogni strada ci pone davanti, senza la presunzione di salvare il mondo o di sentirsi salvati…

Sei settimane in India, due settimane a Munaypata (Bolivia), un anno a Condebamba (Bolivia), nulla a confronto di chi sceglie di dedicare gran parte della propria vita al prossimo in terre lontane, missionari sacerdoti e laici ai quali rivolgo il mio grazie per le loro esperienze vissute e raccontate e per essere ancora oggi per me maestri di vita…

Alla prossima!!!

Manu Loglio

 

Scrivi Recensione

commenti