INCIÒSTER & IMPIÀSTER

INCIÒSTER & IMPIÀSTER – Proverbi Bergamaschi

“Ai miei tempi, cara Lei, sì che si studiava… Adèss i è bù de fà zó gna la O col bicér” (ora non sanno tracciare neppure la lettera O col bicchiere)La famosa O andava realizzata col pennino e co l’inciòster (l’inchiostro), parola quest’ultima che in dialetto finiva in rima addirittura con Pater noster, co l’inciòster… L’inchiostro andava manipolato con perizia, bisognava in primis evitare i smagie sui fogli, altrimenti erano dolori, per via delle bacchettate a cui si andava incontro:

La maestra Benedèta

la ma dà co la bachèta

la me ‘nsegnà Pì o Pà

la maestra la ma dà.

A furia di benedizioni imparavamo per lo meno la bella scrittura che l’è la scènsa di àsegn (asini).

Non c’è nessuno della mia generazione che non lamenti di essere stato preso a stropàde… Ma in alcuni soggetti il sapere non faceva infezione in qualsivoglia maniera lo si inoculasse.

Costoro si riconoscevano in Gioppino, re degli ignoranti orobici, a cui la mucca aveva mangiato i libri… Il poverino dichiarava che dopo aver fatto dés agn de prima, squase squase l’indàa in segónda…”ma i m’ha ciamàt a fà ol soldàt!” (dopo dieci anni in prima era sul punto di andare in seconda, “ma mi hanno chiamato per il servizio di leva”); primo caso di esodato della scuola italiana … E meno male, altrimenti, avrebbe sposato lui la maestra.

 

I somari, si sa, hanno sempre trovato ricovero tra i banchi, il problema nasce quando colonizzano i banchi del parlamento.

Canta che ti passa… Nel 1948, a tal proposito, si cantava un motivetto intitolato la Classe degli asini:

– Signorina Maccabei venga fuori, dica lei,

dove sono i Pirenei?

– Professore,  io non lo so lo dica lei!

– E sentiamo Martinelli, il mio re degli asinelli,

dove sono i Dardanelli?

– Professore, io non lo so lo dica lei!

La canzone ha una sua morale… Spetta ad un cervello di gallina trovarla (e non solo in senso figurato), mettendo alla berlina la cultura ufficiale:

Dal cortile che confina con l’università,

salta fuori una gallina che una domanda fa:

– Corococò sentiamo un po’….

Professore, per favore, mi vuol dir se è nato prima

l’uovo oppure la gallina?

Che figüra! Il professore non lo sa.

 

Canzone illustrata con l’album di famiglia di Luciano Ravasio

Già… Ci sono più cose in cielo e in terra che nel presuntuoso nozionismo di tanti insegnanti e di certi professori che si occupano di economia, chissà perché hanno quasi sempre  la “evve” moscia. I famosi impiàsterA m’sè a pòst… Dio benedica l’Italia (traduco: May God bless Italy).

Luciano Ravasio

Scrivi Recensione

commenti

VALORIZZIAMO LE NOSTRE TRADIZIONI

Vivere Bergamo

SERVIZIO "GRATUITO" WEB VIVERE BERGAMO

Con questa breve guida ti vogliamo far conoscere l'opportunità di conoscere e partecipare al progetto totalmente gratuito, dedicato a Bergamo, archivio che raccoglie, ordina e semplifica la ricerca nel web, per la promozione turistica di tutti i comuni Bergamaschi.

"Promozione Turistica del territorio"

Cosa è un Portale? La differenza da un sito turistico? Perchè pubblicare la mia pagina?
  • Un portale ti consente di accedere alla tua pagina e modificare le informazioni dal tuo pc.
  • Vivere Bergamo include 243 comuni e raccoglie le informazioni dei vari siti turistici locali
  • Pubblicare la tua pagina significa farsi trovare quando un utente cerca in google attraverso la combinazione di parole chiave
  • La tua attività verrà trovata per categoria e per il nome del tuo comune: es: Negozi , Eventi , Itinerari, Scuole , Articoli , Aziende , Servizi , Locali , Mangiare , Dormire , Associazioni , Artisti , Case , Lavoro

COSA CI DIFFERENZA DAI SITI TURISTICI LOCALI?

Vivere Bergamo ha sviluppato uno strumento web di raccolta dati dove ogni utente può pubblicare e segnalare le informazioni in modo semplice. Ogni categoria presenta un formulario personalizzato per la compilazione dei dati. Una volta verificata la pagina e messa online dal nostro Staff, si può accedere attraverso la propria area utente, con i codici ricevuti via email e aggiornare le informazioni in tempo reale dal proprio Pc.

 

Confermiamo la nostra piena disponibilità per collaborare con siti e portali locali in modo da migliorare l'informazione di ogni comune attraverso la condivisione mediatica.

 

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE

Caratteristica fondamentale del portale è la presenza in ogni pagina che parla del tuo paese di una tastiera dedicata, l'utente in modo immediato, leggendo un articolo, trova le informazioni del comune, questo semplifica la navigazione e fa scoprire nuove realtà del territorio semplicemente navigando tra i nostri portali.

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info