In conclusione all’edizione 2017, il Festival del pastoralismo di Bergamo apre le porte alla Romania rurale

Di Romania si conosce poco realmente, ma si parla tanto in termini non sempre apropriati. E’ pure questo posto , per me magico perché  ci sono nata,  non ha ancora realmente parlato al mondo. Romania non ha ancora raccontato la sua vera storia. Ci saranno sempre persone che parleranno dal poco che conoscono o dal sentito dire. A Bergamo preferiamo i fatti alle parole. Quest’anno in collaborazione con l’Associazione Terre d’Alpe iniziamo un nuovo percorso per mettere a confronto le due culture: la cultura dei bergamini e quella agro-pastorale romena.

Terra di forti tradizioni rurali, nell’antica Dacia, la Romania di oggi, esistono ancora costumi e riti millenari che scandiscono la vita dei pastori. Ci sono posti, come per esempio nel cuore dei Carpati  dove regna ancora un ordine cosmico universalmente accettato. In alcuni luoghi poco conosciuti, la vita è scandita da abitudini antichissime e gli aspetti mistici sono ancora bene impregnati nella normale quotidianità. L’aria in queste zone lontane dalla modernità è ancora leggera e pulita. In questi angoli di terra sperduta sembra che l’ordine ancestrale della vita collettiva, conosciuto e riconosciuto da tutti, piccoli e grandi insieme, non potrebbe mai cambiare. Pare che il tempo sia fermato in quella dimensione rurale.

Dopo 50 anni di comunismo e 27 di neocomunismo, con tutti i pesanti cambiamenti per i contadini e non solo, la corruzione del sistema politico o le leggi arbitrarie dell’Europa,  la Romania rurale è letteralmente piegata. I giovani stanno lasciando in massa i villaggi andando alla ricerca di nuove opportunità di lavoro. Le realtà rurali si svuotano a vista d’occhio, le casette tradizionali con le loro tenute sono abbandonate e sempre più   stranieri vengono a comprare terra e boschi.

 Il problema é che queste terre che vengono facilmente comprate sono la somma del territorio nazionale.

Scrivi Recensione

commenti

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info