Grande successo di pubblico per la dodicesima edizione di OROBIE FILM FESTIVAL

Grande successo di pubblico per la dodicesima edizione di OROBIE FILM FESTIVAL che si è tenuta per la prima volta al Cinema Gavazzeni di Seriate (Bg) da martedì 23 fino a sabato 27 gennaio.

Tutte le cinque serate hanno registrato il tutto esaurito con grande soddisfazione sia dell’organizzazione, l’Associazione Montagna Italia, sia del Comune ospitante, Seriate, con il Vice Sindaco Gabriele Cortesi e l’Assessore alla Cultura Ester Pedrini, sia dei Partner, in particolare Uniacque Spa con il Presidente Paolo Franco ed il Cai Regione Lombardia con il Presidente Renato Aggio.

Appuntamento speciale per la serata finale di sabato 27 gennaio: il “Bonatti day”, due ore di spettacolo interamente dedicate al grande Walter Bonatti, bergamasco d’origine, che ha fatto la storia dell’alpinismo mondiale.

Il Re delle Alpi è stato omaggiato con due momenti speciali: una performance artistica narrata e cantata e la proiezione di un film fuori concorso.

Il Soprano Silvia Lorenzi ed il Pianista Giovanni Colombo si sono esibiti nell’emozionante “Vette di latte”, la storia di Mom e Nero, due esseri umani alla ricerca del senso della vita.

A conclusione della serata è stato proiettato “1954 bonatti e l’enigma del K2” di Claudio Giusti (Produzione Mario Rossini per Red Film e Rai) in cui Reinhold Messner ripercorre le vicende che hanno accompagnato la conquista del K2 nel 1954 a proposito delle menzogne raccontate contro Walter Bonatti.

La serata ha avuto inizio con una sorpresa da parte del Presidente della Società Alpinista Seriatese Marco Togni che ha consegnato un omaggio al Vice Sindaco di Seriate

Come di consueto, si sono svolte le premiazioni dei concorsi cinematografico e fotografico, in cui gli autori delle migliori opere hanno ritirato un riconoscimento sul palco, consegnato da autorità ed enti che hanno collaborato all’edizione 2018.

Ecco i vincitori dei due concorsi:

CONCORSO FOTOGRAFICO

THE ART OF CLIMB di Filippo Salvioni

La fotografia vincitrice riesce perfettamente nell’intento di sublimare quell’incontro speciale fra un atleta e la natura più spettacolare. Il rischio e la fatica si nutrono di emozioni, e la montagna in tal senso è una vera e propria galleria d’arte.”

Ha ritirato il premio Filippo Salvioni, consegnato dal Presidente di Giuria Marco Caccia e dal Presidente Cai Regione Lombardia Renato Aggio.

CONCORSO CINEMATOGRAFICO

Premio speciale “Touring Club Italiano”

L’isola a pedali” di Eric Tornaghi.

La Giuria del Touring ha ritrovato nella tematica del film i veri valori che da sempre promuove il Touring Club Italiano: il viaggio come scoperta per conoscere nuovi ambienti, paesaggi e popoli in modo possibilmente slow. L’opera cinematografica premiata racconta la gioiosa avventura di un gruppo di amici che, in bicicletta vanno alla scoperta dell’Islanda con curiosità e passione, ammirando gli spettacolari paesaggi che l’isola riserva.

Ha ritirato il premio l’unica donna protagonista del film, Cristina Bragalini, consegnato da Giuseppe Spagnulo Console per la Lombardia del Touring Club italiano.

Sezione TERRE ALTE DEL MONDO

Hansjörg Auer – No turning back” di Damiano Levati

Grazie a un’estrema accuratezza nell’aspetto tecnico e registico il film ripercorre le ultime imprese di Hansjörg Auer, che dopo il free solo della leggendaria “Via attraverso il pesce” sulla Sud della Marmolada è entrato definitivamente nella storia dell’alpinismo mondiale. L’opera riesce a coniugare in maniera esemplare immagini potenti; intime e personali testimonianze e puntuali informazioni tecniche su un particolare genere di alpinismo.

Il regista non ha potuto presenziare.

Sezione PAESAGGI D’ITALIA

Oltre il confine – storia di Ettore Castiglioni” di Federico Massa e Andrea Azzetti

La Giuria desidera sottolineare come questo film, nonostante lo storico mistero che aleggia attorno alla figura del mitico alpinista Ettore Castiglioni, sia riuscito a ricostruirne, con una ricerca meticolosa e puntuale, la vicenda umana, alpinistica e artistica di un uomo che a pieno titolo è entrato nella storia non solo dell’alpinismo. In un mix fra l’inchiesta giornalistica e la docu-fiction il film riesce a entrare con efficacia della complicata vicenda storica del tempo attraverso anche inedite testimonianze in modo da offrire allo spettatore, non senza emozioni, un ritratto quanto mai aderente al vero di Ettore Castiglioni.

Hanno ritirato il premio i due registi, Federico Massa e Andrea Azzetti, consegnato dal Presidente di Giuria Piero Carlesi.

Sezione OROBIE E MONTAGNE DI LOMBARDIA

Premio Fondazione Riccardo Cassin

Gavarot” di Carlo Limonta

Il film, preziosa testimonianza della vita e delle fatiche d’alpeggio, ha il merito cinematografico di mettere una volta tanto al centro la vera tradizione delle nostre montagne dando visibilità alla vita dei pastori, da sempre 

veri custodi della montagna e motori di un’economia rurale spesso dimenticata e bistrattata che è invece da valorizzare.

Ritira il premio il regista Carlo Limonta, consegnato da Piero Carlesi, Presidente di Giuria, Guido Cassin della Fondazione Cassin, Paolo Franco, Presindente Uniacque spa, Gabriele Cortesi, Vice Sindaco di Seriate e Ester Pedrini Assessore alla Cultura di Seriate.

Un momento della serata è stato dedicato al Main Sponsor di OFF: Uniacque spa. Il Presidente ha presentato la mission della società attraverso la proiezione di un filmato di 3’.

Grazie ai Partner e a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento.

Arrivederci al prossimo anno per la 13° edizione di OFF, sempre a Seriate.

Scrivi Recensione

commenti