“Cor o ‘n dà a bèlase” – Correre o andare piano

“Cor o ‘n dà a bèlase” – Correre o andare piano in dialetto bergamasco

Il logorio della vita moderna ci fa sempre correre ma, al contrario, la vita di una volta, si evolveva in modo molto più lento e ciò concedeva quegli spazi di osservazione delle cose, del tempo, della natura, delle lune e dei comportamenti che hanno portato a costituire quello smisurato e ricco patrimonio dei proverbi e dei detti che sono caratteristici del dialetto e dentro i quali vado a pescare a piene mani riferimenti per questa rubrica.

Il contrario “de cor, à l’è ‘n dà a bèlase” (il contrario di correre è andare adagio). Del temine esiste anche un grazioso diminutivo “’n dà a belasì” o “a belasìne” che veniva usato in riferimento ai bambini piccoli, magari alle prese con i primi passi.

In tempi un po’ più recenti si diceva che “la eta l’è ü logorìo”.

C’erano quelli “che i tegnìa sö ol tep” e i “vulìa röspà sà” quelli che e “ìa sempre tecàcc i vià” e quelli che, al contrario, “ìa di lendenù”.

(la vita è un logorio – quelli che non perdevano tempo e bramavano di avere – e quelli che erano “strangolati” o oberati da molte cose – al contrario di quelli che non avevano voglia di fare niente.)

A proposito del lavoro o meglio, di un mestiere, si diceva ol mestér l’è ‘ssé: o èndèm o tèndèm”.

Nel senso che qualunque mestiere o lo sai fare bene e sai tenere i clienti, oppure vendilo, cioè lascialo fare ad altri.

In tutto questo mi pare di scorgere più di qualche affinità con il nostro vivere moderno, anche se non si usano più le colorite locuzioni dialettali.

Giuliano Todeschini

Scrivi Recensione

commenti

VALORIZZIAMO LE NOSTRE TRADIZIONI

Vivere Bergamo

SERVIZIO "GRATUITO" WEB VIVERE BERGAMO

Con questa breve guida ti vogliamo far conoscere l'opportunità di conoscere e partecipare al progetto totalmente gratuito, dedicato a Bergamo, archivio che raccoglie, ordina e semplifica la ricerca nel web, per la promozione turistica di tutti i comuni Bergamaschi.

"Promozione Turistica del territorio"

Cosa è un Portale? La differenza da un sito turistico? Perchè pubblicare la mia pagina?
  • Un portale ti consente di accedere alla tua pagina e modificare le informazioni dal tuo pc.
  • Vivere Bergamo include 243 comuni e raccoglie le informazioni dei vari siti turistici locali
  • Pubblicare la tua pagina significa farsi trovare quando un utente cerca in google attraverso la combinazione di parole chiave
  • La tua attività verrà trovata per categoria e per il nome del tuo comune: es: Negozi , Eventi , Itinerari, Scuole , Articoli , Aziende , Servizi , Locali , Mangiare , Dormire , Associazioni , Artisti , Case , Lavoro

COSA CI DIFFERENZA DAI SITI TURISTICI LOCALI?

Vivere Bergamo ha sviluppato uno strumento web di raccolta dati dove ogni utente può pubblicare e segnalare le informazioni in modo semplice. Ogni categoria presenta un formulario personalizzato per la compilazione dei dati. Una volta verificata la pagina e messa online dal nostro Staff, si può accedere attraverso la propria area utente, con i codici ricevuti via email e aggiornare le informazioni in tempo reale dal proprio Pc.

 

Confermiamo la nostra piena disponibilità per collaborare con siti e portali locali in modo da migliorare l'informazione di ogni comune attraverso la condivisione mediatica.

 

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COMUNALE

Caratteristica fondamentale del portale è la presenza in ogni pagina che parla del tuo paese di una tastiera dedicata, l'utente in modo immediato, leggendo un articolo, trova le informazioni del comune, questo semplifica la navigazione e fa scoprire nuove realtà del territorio semplicemente navigando tra i nostri portali.

ArabicChinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianRomanianRussianSpanish
Info