Vertova : Fondazione Cardinal Gusmini, ” Il Natale e’ condivisione”

Natale in Fondazione e’ condividere sorrisi, ma anche lacrime, emozioni, racconti. Domenica è stato il primo giorno di Avvento. Una domenica speciale, che sa di attesa. Per chi come me crede e’ l’inizio di un cammino speciale… perche’condiviso…

Natale 2015 Pia Casa Vertova
Natale 2015 Pia Casa Vertova

Penso a cosa mi aspetta in questo mese e temo anche quest’anno di non riuscire a fare tutto cio’ che vorrei…

Poi mi fermo un secondo e penso a quanto sono fortunata, per tanti motivi, ma anche per il mio lavoro. Lavorare come al solito con tutti i miei colleghi non mi portera’ lontano dal vero sapore del Natale e, corse e rincorse a parte, avro’ l’occasione di vivere anche questo dicembre 2015 come  un periodo intenso ed emozionante, senza pensare troppo alla corsa agli acquisti… o meglio mettendo questo arduo e importante compito in secondo piano. Prima voglio vivere quest’atmosfera, condividere e assaporare, solo poi saro’ pronta a tradurre in oggetti cio’ che ho nel cuore…

L’attesa si colora di tante sfumature. I sorrisi che, gia’ assaporati durante l’anno, si riempono ancora di piu’ di calore, di promesse, di voglia di esserci e vivere…

E’ da qui che voglio partire, dai sorrisi, quelli colti e scattati in tanti pomeriggi nel Reparto Alzheimer, quelli che raccontano storie vere, forse confuse, ma vissute. Ricordo che Sabato 15 Dicembre, i fotografi Denis e Nicola sapranno raccontarci attraverso gli scatti un pomeriggio che apre le porte alle varie iniziative natalizie. Saranno colti i sorrisi spontanei, ricreati, voluti, rubati.

Si puo’ sorridere ancora a Natale in una struttura che ora e’ la casa di molti?

Si puo’ e si deve. E noi operatori abbiamo il dovere di farlo per gli altri e il diritto per noi stessi. Perche’ se al lavoro non si sorride, come fai a restarci tante ore? Come fai a dare il meglio di te?

Natale in Fondazione e’ condividere, sorrisi, ma anche lacrime, emozioni, racconti.

Immergersi in una storia che ci fa venire voglia di dare, fare, esserci. Raffaella ce lo dimostra ogni giorno e con tutta la sua forza ce lo dimostrera’ Venerdi’ 11 Dicembre, quando la sala polivalente si riempira’, cos¡ come, ne siamo sicuri, i cuori di tutti coloro che avranno “Il coraggio di…” stare semplicemente ad ascoltare quelli che lei vuole raccontarci…

Condividere sara’ ricordarsi e dire grazie a tutte le persone che durante l’anno avranno donato il loro tempo per il bene dei nostri ospiti. Natale e’ anche il momento in cui si tirano le somme e ci si rende conto che senza di loro, la Fondazione non sarebbe la stessa.

E poi a Natale cosa fa ogni famiglia? Si ritrova intorno ad una tavola imbandita, gustando non solo un gustoso pranzo o una lauta cena, ma gustando la compagnia di colleghi, familiari e ospiti, persone che in questo momento la vita ha deciso di metterti accanto, di donarti, di farti conoscere e scoprire. E siccome penso che nulla sia casuale, che un disegno dietro ad un incontro ci sia, credo proprio che riconoscersi tutti come un dono sia un buon modo per festeggiare il Natale.

Ancora di piu’  in tutto questo periodo, nulla e’ lasciato al caso. Le mani piu’ o meno abili dei nostri ospiti, affiancati da operatori e volontari, trasformano i piu’ svariati materiali in preziosi decori e piccoli pensieri di Natale, che forse non saranno perfetti, non saranno fatti in serie, ma credetemi se li guárdate bene potete leggervi dentro, e magari portarvi a casa, un pezzettino di chi con non poca fática lo ha realizzato a mano.

Un Natale per condividere un passato importante che porta il nome della nostra Fondazione, il ricordo del Cardinal Giorgio Gusmini che tanto ha dato a questa grande casa e che vogliamo ricordare nella serata del 12 Dicembre.

Un Natale per condividere la passione per la montagna, con una serata organizzata dal Gav per farci capire quanto e’ importante coltivare e condividere le passioni e i doni che ognuno di noi porta con sè.

E poi tanti semplici momenti che rendono normale ma anche speciale la vita in Fondazione: scambi d’auguri sussurrati e cantati dalle voci gioiose e dagli strumenti musicali di tanti bambini che in questo mese verranno a trovarci. Bambini, ragazzi, adolescenti, maestralmente diretti da chi sta insegnando loro non solo materie e nozioni, ma uno stile di vita, fatto anche dalla voglia di far sorridere, divertiré e far star bene l’altro; piccole e gustose merende da preparare e gustare insieme; un film che ci riporta indietro nel tempo e che ci fa sognare davvero; una gita alla scoperta di presepi e case speciali; la messa quotidiana, le buone e preziose parole del nostro párroco e degli altri sacerdoti che ci fanno fermare un momento, che non ci fanno pensare solo a noi stessi, ma che ogni giorno ci fanno pregare e sperare in un mondo piu’ bello, perche’ noi ci crediamo ancora, ma dobbiamo crederci tutti e continuare a pregare….

Tanti tantissimi momenti che, ne sono sicura, renderanno quest’attesa anche quest’anno speciale. Mi piacerebbe dirvi che  Natale in Fondazione non e’ solo il 25 Dicembre, ma e’ l’insieme di tanti momento condivisi con tutti coloro che hanno voglia di trascorrere un momento semplice ma vero e di portarlo con sè durante tutto l’anno. Questo e’ per noi il Natale, questo e’ quello che auguriamo ad ognuno di voi…

“Orna il Natale nel tuo cuore e cerca di portarlo con te tutto l’anno”

…Dimenticavo… i regali… ah si’ è vero i regali… arriveranno ma a quelli ci pensa Gesu’ Bambino e quello che troveremo sul tavolo della colazione sara’ sempre gradito perche’ pensato e fatto col cuore!!!

Manuela Loglio, Animazione Fondazione Cardinal Gusmini

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.