Triperdu di Luciano Ravasio

 

Tri per du (3×2) è una canzone del cd L’è de ‘Lbì che ci introduce nel regno della grande distribuzione, dei supermercati divenuti i nuovi centri di aggregazione, le nuove piazze… Ancora non capisco coloro che,  già stressati dalle code quotidiane sulle strade che portano ai luoghi di  lavoro, chiudono in bellezza la settimana facendo la fila al supermercato. Per i più i supermarket sono i moderni paesi dei balocchi o quantomeno siti pié de tentassiù. Chi ha scritto il brano a seguire preferirebbe starne alla larga, ma a volte gli tocca frequentarli per carità coniugale e per una più equa distribuzione del lavoro domestico. Ma questa è un’altra storia. Seguiamo invece una famiglia tipo in partenza per siffatte oasi di delizie…

P. S. – Triperdu è locuzione polisemantica… Dentro ci puoi trovare “triper” (viaggiatore, come nella mitica Day tripper); c’è pure Iper, nonché “tre perdoni” se sei di Bergamo.

La versione inserita nel cd L’è de ‘Lbì

A l’è sàbat finalmènt

e pöde gódem la giornada

‘ncö  gh’ó mia de ‘ndà a  Milà…

de fà di cùe sö l’ autostrada,

quando  i s-cècc i rìa de scöla

a me mangerà ü bucù

e pò m’ parte per ü sito

che l’è pié de tentassiù:

l’è mia ‘l dé…zamò al parcheggio

i comincia i mé prim guai,

l’è l’anticipo del pègio

che l’ fà come i temporài,

vèrs l’ingresso me incamine

coi tri s-cècc e co la spusa

örèss dàga dò papine

al piö grand che l’fà ‘l gasusa

 

IPER CONAD UNES         

ORIOCENTER PAM AUCHAN       

STANDA DESPAR  COIN

EUROSPIN MARKET  DISCOUNT

COOP AUCHAN  

 

Incastràt la picinina

in del bordo del carèl

i se dèrv i porte magiche

e m’và dét, madói che bèl!

Abelase i se muntuna        

i laùr chi ocór delbù

‘nsèma  tate paströgnade

in ofèrta a tri per du….

Ol mé prim is-cèt ol Maicol

l’è fissàt col celulare,

l’dis : «Papà, voglio il modello 

che si può fotografare!» 

La mé Sharon la segónda

l’à ést la Barbie con piscina

per disgrassia ghe té sponda

pò a’ la Jane, la picinina…

 

IPER CONAD UNES…

 

La me truppa la carègna

per rimètela ‘mpo ‘n riga

co la scüsa che l’la règna….

ghe dó al Maicol öna tiga.

L’è sparida adèss la mama

-‘ndo sarala chèla crus!-

no ve dighe se i la ciama

mé só in crisi de nervùs.

  Con d’ün’aria de mistero

la moér la ria e la dis:

«Gh’è i ofèrte a tasso zero

s’pöl paga de ché sés mis».

Per ol bé del matrimòne

mèi fà sito e bofà mia:

guai ciapàssela coi dòne

quando i völ fà economia…

 

                IPER CONAD UNES…

«‘Ndèm che m’ và, perchè só in cóma

e la Jane la völ stà ‘n brasse»

ghe dó al Maicol öna góga

‘ntàt che m’fà la fila ai casse…

A l’è pèss de l’autostrada

 gh’è gna ‘l pass per ol casèl

a l’ó facia ‘a ‘ncö  l’asnada:

só ché fermo dré a ü carèl…

A l’è mia gnamò finida

la via crucis, só ‘n presù,

sö la strada del rientro

a gh’è l’öltima stassiù

 la colòna l’è ü calvare

come quando ‘ndó a Milà:

“Brào gnorànt! ma adèss a ‘mpare

ciàpe sö pò pórte a cà!!”

E sabato finalmente

posso godermi la giornata

oggi non devo andare a Milano

e fare code in autostrada,

quando i ragazzi tornano da scuola

mangeremo un boccone

poi si parte per un sito

che è pieno di tentazioni:

non è giornata… già al parcheggio

iniziano i primi guai

è l’anticipo del peggio

che fa come i temporali

mi incammino verso l’ingresso

con i tre figli e la sposa

vorrei dare due sberle

al più grande che fa il gassosa.

 

IPER CONAD UNES

ORIOCENTER PAM AUCHAN

STANDA DESPAR  COIN

EUROSPIN MARKET  DISCOUNT

COOP AUCHAN

 

Incastrata la piccolina

nel bordo del carrello

si aprono le porte magiche

entriamo, mamma che bèllo

Pian piano si ammucchiano

le cose che servono per davvero

insieme a tante schifezzuole

in offerta a tre per due…

Il mio primogenito, il Maicol

è un drogato del cellulare

dice: “Papà, voglio il modello

che si può fotografare”,

la mia Sharon, la seconda

ha visto la Barbie con piscina

per disgrazia le tiene sponda

anche la Jane, la piccolina…

 

IPER CONAD UNES…

 

La mia truppa si lamenta

per rimetterla un po’ in riga

con la scusa che insiste

do al Maicol un colpo che lascia il segno:

E sparita adesso la mamma

-Dove sarà quella croce!-

non sto a dirvi se la chiamano

io sono in crisi dal nervoso.

Con un’aria di mistero

la moglie arriva e dice:

“Ci sono le offerte a tasso zero

si può pagare tra sei mesi”.

per il bene del matrimonio

meglio stare zitti e non fiatare:

guai prendersela con le donne

quando vogliono fare economia…

 

IPER CONAD UNES…

“Andiamo, perché sono in coma

e la Jane vuole stare in braccio”

do al Maicol un buffetto

mentre facciamo la fila alle casse…

“È peggio dell’autostrada

non c’è neanche il pass per il casello

l’ho fatta anche oggi l’asinata:

sono qui fermo dietro ad un carrello…”.

Non è ancora finita

la via crucis, sono in prigione,

sulla strada del rientro

c’è l’ultima stazione

la colonna è un calvario

come quando vado a Milano:

“Bravo stupido! ma adesso imparo

prendo su e porto a casa!”.

 Il live in Piazza Vecchia

 

 

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.