Giuliano Todeschini

Forse ci stiamo lasciando alle spalle il freddo inverno, ma non è detta l’ultima parola perché, nonostante la “scassàda del Zenèrù”, i colpi di coda del freddo proveniente della Russia, dall’Artico o da qualsiasi altra parte sono sempre in agguato. Allora mi è venuto in mente di raccogliere alcune delle… Leggi tutto

Dighèt del bù – Ol Frécc di Giuliano Todeschini Siamo ancora nella stagione fredda e questo mi fa pensare ad alcuni modi di dire dialettali legati a questa stagione. “Barbelà dól frècc” oppure “sbachetà” o meglio ancora “iga i sgrisoi” tutte locuzioni molto significative che indicano il senso di freddo…. Leggi tutto

Riprendiamo la nostra piccola rubrica delle affermazioni dialettali bergamasche, prendendo il considerazione l’affermazione: so gnèch (sono arrabbiato). Il modo spiccio, ma certo non privo di efficacia, di indicare l’arrabbiatura gnechìsia. Sinceramente, non so se questi termini siano o fossero meno efficaci per indicare lo stato d’animo dell’arrabbiato più di quello… Leggi tutto

Perdunà – Perdonare in dialetto bergamasco Nell’ambito della riscoperta degli antichi detti dialettali, ci occuperemo di ciò che riguarda la benignità e il perdono. “As’ pöl perdunà, ma mia desmentegà”  (si può perdonare, ma non dimenticare). E’ questo, a mio modesto modo di vedere, un perdono a metà, che spesso… Leggi tutto

Dialetto Bergamasco by Giuliano Todeschini Se volete vivere a lungo non c’è che da seguire questo proverbio dialettale: I proèrbe di nòs vècc: quando l’ piöv a mè ‘n dà a tècc, lèa sö prèst a la matìna, ü bicer de ì frèsch de cantìna e te scaàlchèt l’otantìna. (I… Leggi tutto

Oggi proviamo a curiosare nei detti dialettali bergamaschi inerenti il parlare o il tacere. “A parlà s’intènd e a mangià s’ispènd” (a parlare s’intende, a magiare si spende). Chi non si spiega, non ha quel che vuole, sulla stessa linea i Toscani dicono “Chi non parla, Dio non l’ode”. “Co’… Leggi tutto