Storie di Bergamo e di Casoncelli

De Casoncello Bergamo 2016

Convegno “De Casoncello” – Bergamo

Con grande piacere vi segnaliamo questo convegno storico, scientifico ed economico con la partecipazione di storici della gastronomia e della storia bergamasca, glottologi, giornalisti, cuochi tristellati nazionali ed internazionali, esperti di marketing ed attori, che analizzeranno sotto tutti gli aspetti questo prezioso scrigno ripieno che da oltre 650 anni è il “cibo della festa e della condivisione”.

Sarà così il prossimo 13 maggio, giorno di “De Casoncello”, evento che animerà Bergamo in occasione di un importante compleanno… quello dei casoncelli appunto. Se è ben difficile risalire esattamente a una “data di nascita” di questa pasta ripiena, c’è un riferimento storico interessante. Era il 13 maggio 1386: più di duemila persone (ovvero almeno un quarto della rada popolazione urbana di quel periodo) si riversarono per le vie della città danzando trepidanti e ballando – homines et femine trepidantes et balantes. La città era tutta ornata con drappi e panni di lana per inaugurare la nuova signoria di Gian Galeazzo Visconti che aveva liberato la città dal tiranno Bernabò Visconti. Furono serviti più di cento torte, termine che designava un timballo salato, e trecento taglieri di artibotuli, altrimenti detti casoncelli.

All’interno del Palazzo Borsa Merci, è previsto un convegno con la partecipazione di storici della gastronomia e della storia bergamasca, glottologi, giornalisti, cuochi tristellati ed esperti di marketing che analizzeranno sotto tutti gli aspetti questo prezioso scrigno ripieno.

Chef come Enrico Cerea, del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, tre stelle Michelin, e Umberto Bombana, del ristorante Otto e Mezzo Bombana, che nel dicembre 2011 è stato il primo ed è tuttora l’unico di tutti i ristoranti Italiani all’estero a vantare ugualmente le tre stelle parleranno durante il convegno. Partecipaeranno inoltro docenti di prestigio come Massimo Montanari, Alessandro Parenti e Roberta Garibaldi.

La sera, dalle 19, nella magnifica cornice di Città Alta addobbata a festa, musicisti ed attori allieteranno la prima edizione di Street Casoncello. Se ne potranno gustare varie tipologie perché si sa, ogni famiglia, ogni ristorante, ogni cuoco ha la sua ricetta che, naturalmente, considera la migliore.

Da piazza Mascheroni e da piazza Mercato delle Scarpe partiranno due percorsi gemelli che con diverse tappe racconteranno la storia dei casoncelli (la rievocazione del Gruppo Folcloristico B.Colleoni di ‪Martinengo e dal Gruppo Storico Ubiale Clanezzo) e rievocheranno la grande festa di 630 anni prima.

Il tutto terminerà in piazza Vecchia, con balli e musiche trecentesche e la dimostrazione di Giusy Guerinoni, famosa per la velocità con cui prepara i casoncelli bergamaschi.

Verrà distribuito al convegno e durante Street Casoncello il libretto “De Casoncello” con la storia e alcune ricette di casoncelli bergamaschi.

Per l’occasione, alcuni musei storici di Città Alta resteranno aperti anche la sera:

Campanone, Torre civica
Apertura prolungata fino alle 23.00
Ingresso 3 euro

Quando l’Italia disegnava il mondo. Tesori cartografici del Rinascimento
Palazzo del Podestà – Museo del ‘500
Apertura prolungata fino alle 23.00
Ingresso 6 euro (gratuito fino a 18 anni)
Biglietto unico valido anche per la mostra «Nel segno del Rinascimento – Pietro Bussolo, scultore a Bergamo»

Infine durante tutto il week-end sarà possibile partecipare a visite guidate gratuite organizzate da AGIAT e Guide Turistiche Città di Bergamo.

Casoncelli Bergamaschi

COSA SERVE PER  IL CASONCELLO ?

Per la pasta:

Farina, semola di grano duro e 2 uova.

Per il ripieno:

Pane grattuggiato, grana grattugiato, macinato per salame, carne bovina arrostita, amaretti, uva sultanina, 1/2 di pera spadona o abate, 1 spicchio di aglio tritato e un cucchiaio di prezzemolo tritato, sale e pepe. Per il condimento: burro, pancetta tagliata a bastoncini, grana grattugiato e salvia.

Programma del convegno (link)

Iscrizione al convegno (link)

 Le iscrizioni si chiudono alle ore 12:00 del 12 maggio 2016 cliccando a questo link

E voi come li preparate?

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.