Pensiero di sabato 10 settembre 2016 M.O.Aivanhov

Punti cardinali strutturano lo spazio. Il segno della croce

Lo spazio non è qualcosa di vacuo e indefinito, ma obbedisce a una struttura che corrisponde al numero 4: i quattro punti cardinali. Ora, cosa sono i quattro punti cardinali se non una croce? Quando l’Iniziato deve cominciare un lavoro si gira successivamente verso ciascuna delle quattro direzioni dello spazio; egli traccia così una croce per indicare che il suo spirito sta per entrare in attività.

pensiero-di-aivanhov

A ciascuno dei quattro punti cardinali presiede un arcangelo: a est Mikhael, a ovest Gabriel, a nord Uriel, e a sud Raphael. E dato che l’Iniziato comprende la croce vivente, tutte le entità luminose rispondono al suo appello e vengono a partecipare al suo lavoro. Il rito che consiste nel volgersi verso i quattro punti cardinali si è perpetuato nella religione cristiana sotto forma del “segno della croce”. Quando un cristiano porta la mano destra successivamente alla fronte, al plesso solare, alla spalla sinistra e alla spalla destra (oppure alla spalla destra e poi alla spalla sinistra) pronunciando: «Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen», egli entra il contatto con le quattro direzioni dello spazio. Lo spazio è la materia sulla quale egli lavora con il suo pensiero e il suo amore.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.