Pensiero di martedi 22 dicembre 2015 M.O.Aivanhov

Arcangelo Gabriella trasmissione dei geni

Arcangelo Gabriele
Arcangelo Gabriele

Il seme messo in terra contiene in potenza tutto l’albero. In un seme nessuno può distinguere dove siano le radici, lo stelo, e ancor meno le foglie, i fiori e i frutti, eppure ben presto essi faranno la loro comparsa. Il seme è sotto l’influenza dell’arcangelo che presiede all’inverno, Gabriel, che condensa e solidifica gli elementi. Esso viene interrato nel momento più buio e più freddo dell’anno, e Gabriel gli trasmette la memoria dell’eredità, i geni che mantengono le sue caratteristiche da una generazione all’altra. L’arcangelo introduce nel seme tutte le particolarità e le virtù della pianta e le condensa in quel corpo minuscolo che contiene in potenza tutto un divenire. E agisce allo stesso modo con i semi degli animali e degli esseri umani. Ogni generazione conserva nei suoi cromosomi tutti i caratteri che le sono propri: la memoria non si perde.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.