Pensiero di lunedi 19 settembre 2016 M.O.Aivanhov

Grande Opera le sue fasi corrispondono alla sequenza di colori nella natura

Per quale ragione gli alchimisti descrivono la trasformazione della materia della Grande Opera come una sequenza di colori?

aivanhov

Perché hanno osservato la stessa sequenza nella vita vegetale. Guardate gli alberi da frutto: a parte qualche sfumatura – perché la natura è ricca di diversità – questi passano per una serie di colori, e sempre nello stesso ordine. D’inverno gli alberi sono neri e spogli. In primavera diventano bianchi con i fiori e verdi con le foglie. Poi arriva l’estate: maturando, i frutti diventano gialli e rossi; e quando si avvicina l’autunno è il fogliame che diventa rosso e oro. Con il rosso e l’oro il processo è terminato: è la fine del ciclo, come nell’opera alchemica. A immagine della vegetazione, l’essere umano deve attraversare interiormente tutte le fasi dell’opera alchemica. Egli muore e poi rinasce, e rinasce con virtù e poteri nuovi, ossia con colori nuovi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.