Pensiero di lunedi 13 giugno 2016 M.O.Aivanhov

13 giugno 2016 Pensiero del giorno0

Sensibilità ed emotività di chi si sente facilmente ferito

Di chi si sente facilmente ferito, offeso, si dice che è sensibile. No, la vera sensibilità è un’apertura totale alla bellezza e alla luce del mondo divino, ed è una chiusura a tutte le brutture e le assurdità del mondo umano.

Pensiero del giorno - Aivanhov

Quindi, ciò che generalmente viene chiamata “sensibilità”, vale a dire la capacità di percepire in modo doloroso l’indifferenza, il disprezzo, le critiche e le offese, in realtà non è altro che suscettibilità, emotività. Allora, poveri infelici coloro per i quali non esistono né il Cielo né gli angeli né gli amici né la bellezza, ma solo persone ingiuste, cattive e mal intenzionate! Non bisogna confondere la sensibilità con l’emotività. L’emotività è la manifestazione malaticcia di un “sé” povero, meschino, ristretto, nevralgico. La sensibilità, al contrario, è un grado superiore dell’evoluzione che mette un essere in relazione con le regioni celesti e gli permette di vibrare all’unisono con tutta la bellezza dell’universo.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.