Pensiero di giovedi 7 aprile 2016 M.O.Aivanhov

7 aprile 2016 Pensiero del giorno0

Fiumianalogia con il destino dei paesi e dei loro abitanti

I fiumi nascono sui monti e, quali che siano gli ostacoli incontrati lungo il cammino, finiscono sempre per giungere al mare.

Aivanhov

Lì, la loro acqua, riscaldata dai raggi del sole, si trasforma in vapore e riprende la via del cielo, fino al giorno in cui ricadrà sotto forma di pioggia o di neve. Il viaggio dell’acqua può avere un’interpretazione simbolica. I destini umani sono a immagine di quei viaggi perpetui che l’acqua compie fra il cielo e la terra, e fra la terra e il cielo. Come le gocce d’acqua, anche le anime scendono sulla terra, ciascuna in un luogo determinato; da lì esse hanno tutto un cammino da percorrere, fino al momento in cui ritorneranno al loro luogo d’origine… per poi, un giorno, scendere di nuovo in un altro luogo. Questo processo prende il nome di “reincarnazione”. I fiumi portano sempre lo stesso nome: Senna, Tamigi, Mississippi… ma l’acqua che fluisce ogni giorno nel loro letto è sempre nuova. I miliardi di gocce d’acqua – che sono gli abitanti dei fiumi – scorrono continuamente; mentre si dirigono verso il mare, altre prendono il loro posto. Così come i fiumi, spesso anche i paesi conservano lo stesso nome, ma in quei paesi si incarnano successivamente esseri sempre diversi che provengono da altrove. Ecco come si spiegano i cambiamenti che si verificano nella storia dei paesi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.