Pensiero di giovedi 18 agosto 2016 M.O.Aivanhov

Buddha che guarda la sua mano destra

In alcune sue rappresentazioni, Buddha è intento a guardare la sua mano destra. Ma si limita a guardarla? In realtà, quando Buddha si concentra sulla propria mano, entra in comunicazione con la grande mano del Creatore, ossia con tutto l’universo, con i soli, le stelle, le nebulose.

Buddha che guarda la sua mano destra

E nella mano del Creatore, è la via lattea a rappresentare la linea di Saturno. Se Buddha si concentra sulla propria mano, significa che una mano non è unicamente l’organo fisico che noi utilizziamo come un qualunque arnese o strumento: la mano è impregnata di una materia fluidica, grazie alla quale essa comunica con i corpi sottili della natura. Come Buddha, chi si concentra sulla propria mano può entrare in relazione con l’universo. Si sentirà allora nella mano del Creatore, nutrito dalle energie che riceve dal centro di quella mano.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.