Lunedi 18 agosto 2014

Pensiero del giorno0

Lunedi 18 agosto 2014

Pensiero di Lunedi 18 agosto 2014
Compassione – non è necessariamente l’aiuto migliore

“Una persona che attraversa una prova viene a confidarvi il suo dispiacere. Spesso, però, lo fa non tanto perché la aiutiate a trovare una soluzione, ma affinché condividiate quel dolore. Allora, fate attenzione! Perché se vi lasciate invadere dal suo turbamento non la aiuterete, al contrario, sarete paralizzati e affonderete con lei. Con la vostra simpatia e la vostra compassione, credete di poterle dare sollievo? Sì, per un momento, senza dubbio, ma poco dopo i lamenti e i pianti ricominciano, e ciò può continuare all’infinito. Quella persona sarà soddisfatta che siate sempre lì, pronti ad ascoltarla, a soffrire con lei, ma non per questo starà meglio. E voi, in che stato sarete?
Se volete essere utili a qualcuno che soffre, non permettete che il suo turbamento penetri in voi. Potrete aiutarlo a riprendere in mano la situazione solo opponendo una certa resistenza alla sua sofferenza, al suo scoraggiamento. Rimanete lucidi, calmi, saldi, affermando interiormente la potenza della luce.”

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.