Il 23 e 24 ottobre torna a Città alta il Festival del pastoralismo a Bergamo

Il 23 e 24 ottobre torna a Città alta il Festival del pastoralismo a Bergamo che porterà non solo le pecore Bergamasche in città alta ma anche le mucche di razza Bruna per una disfida inedita e appassionata tra le valli 

unnamed

Ci sarà ancora, come lo scorso anno, la transumanza sulle mura venete ma con un numero doppio di pecore. Quest’anno il gregge sosterà proprio presso il monastero di Astino, restaurato e sede di continui ed importanti eventi in chiave Expo (in corso una  mostra inedita che abbina opere di arte contemporanea a formaggi).
Ma la novità più grossa è il concorso “Regina delle valli” che, sabato 24  vedrà convergere nel prato della Fara a città alta (di fronte al monastero di Sant’Agostino) le vacche premiate come “regine” in 10 mostre zootecniche locali della montagna bergamasca.
Un evento unico che porta plasticamente la montagna in città, luogo ritrovato di convergenza tra le valli e di scambio città-montagna. La regina e la sua reginetta saranno incoronate con ornamenti (rami di abete a formare una corona e fiori)  largamente usati in altri contesti alpini ma che per per Orobie rappresentano una riscoperta culturale che si accompagna al revival –  dalla val Camonica alla val Brembana – del corno pastorale (l’Alphorn degli svizzeri) e di altre tradizioni legate alle nostre culture agropastorali.
Regina e reginetta, addobbate con magnifici collari, campanacci e corone faranno bella mostra nella vetrina di Città alta.
Durante la giornata del 24, a fianco del concorso zootecnico, sarà organizzata nello stesso Prato della Fara una Mostra mercato di soli formaggi bergamaschi di monte.
Al temine dell’evento alla Fara (alle 17.30) alla Sala sopra la Porta Sant’Agostino inaugurazione della mostra Cargà mut. Vita d’alpeggio sulle Orobie con performance live di un gruppo teatrale sul tema “Parole e suoni dell’alpeggio”. Seguirà l’inaugurazione ufficiale della mostra e del Festival e la “Credenza del pastore” (esperienza gastronomica a cura di ristoratori di Città alta che interpretano la cucina pastorale). La serata terminerà con due film sulla lavorazione dello stracchino all’antica (“Il tesoro della bruna”) e sulla vita d’alpeggio nelle alpi bavaresi (“Still”, Silenzio).
La mostra sarà aperta nei week end.  Ogni sabato e domenica dal 24 ottobre al 6 dicembre si terranno presso la Porta Sant’Agostino conferenze, film, degustazioni, laboratori, presentazioni di libri. Si potrà imparare a realizzare da sé un bastone dei pastori e persino un corno musicale di bue o di capra Orobica.  Il  6 dicembre convengo sul  tema: “i nuovi/vecchi prodotti della terra orobica” (dallo zafferano alle erbe spontanee coltivate) con mercatino. Chiusura in chiave musicale il 12 dicembre a città bassa alla Società generale di Mutuo soccorso.

Festival del pastoralismo a Bergamo

Informazioni,Paese,Comune,Cap,Telefono municipio,confini,numeri utili,meteo,cosa visitare,giorno mercato,stemma comune,immagini,fotografie,News,Video,Storia,Origine,Bergamasca,bg,visit Bergamo,visitar,Tourism,tourist,Information,información

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.