Decine di spazi disponibili per associazioni di cittadini attivi a Bergamo

Beni Comuni, ci sono anche porta Sant’Alessandro in Città Alta e l’ex GRES di via San Bernardino. Le proposte dovranno pervenire entro il 15 novembre 2016

L’immobile ex Gres in via S.Bernardino, gli spazi di Porta S. Alessandro in Città Alta, l’ex negozio e il laboratorio in via San Lorenzo 12 e 12/B a Bergamo Alta, gli ex spogliatoi di via Fara n. 5, ex ufficio postale in via Rosa n. 30. Inoltre lo spazio esterno della Mediateca Tiraboschi in via San Giorgio n. 19, il padiglione nel Parco Beata Cittadini, quello nel Parco Goisis, gli orti sociali nel Parco del Quintino (da realizzare a cura dell’amministrazione comunale), quelli nell’area verde in via Maestri del Lavoro/via Spino (che sempre il Comune andrà a realizzare), il Parco Baden Powell, per attività di animazione, le aree cani di molti parchi cittadini (Parco Beata Cittadini, Green Way della Morla, via Boccaleone, Parco Baden Powell, Parco del Galgario, Giardino del Triangolo, Giardino via Goethe, Parco 8 Marzo, Parco della Trucca, Parco Goisis, Giardino via Rosselli, Giardino Codussi, via Magrini, via Rovelli, Parco Morali, via Pizzo Redorta, via Quasimodo), l’attività di animazione nell’area verde detta “il bosco” in via Mozart e la pista ciclabile tra via Gavazzeni e la Circonvallazione.

comune-di-bergamo

Sono questi i luoghi che il Comune di Bergamo mette a disposizione nell’ambito del progetto “Beni Comuni”, un’iniziativa per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani da parte di cittadini attivi costituiti in associazione.

Lo scorso 19 gennaio 2016 è stato approvato il regolamento che disciplina il rapporto tra Amministrazione comunale e cittadinanza attiva, un documento realizzato con lo scopo di creare le condizioni per l’incremento del capitale sociale, lo sviluppo delle relazioni di reciprocità, l’aumento del benessere delle persone e della città e la diffusione della creatività e della cultura urbana.

Ora il Comune apre alle proposte di collaborazione dei cittadini, che potranno pervenire entro il 15 novembre 2016, relativamente ad uno o più dei beni comuni individuati dall’Amministrazione. Nella proposta dovrà essere precisato se la collaborazione ha per oggetto la cura, la gestione condivisa o la rigenerazione degli spazi, dovranno essere allegati il programma dettagliato della proposta, la scansione del documento d’identità, l’atto costitutivo dell’associazione e lo statuto dell’associazione. Le proposte saranno valutate entro il 15 dicembre 2016 dal Comune di Bergamo che stipulerà in seguito un patto di collaborazione con gli assegnatari. Nel caso in cui le proposte abbiano per oggetto interventi di rigenerazione, il termine per la definizione dell’esito è fissato in 30 giorni dalla presentazione da parte dell’associazione di tutta la documentazione necessaria.

Le proposte devono essere presentate, a pena di esclusione, esclusivamente online attraverso il seguente link:

http://webmail2.comune.bergamo.it/pratiche/sportello/sportello.nsf/tuttopercodice/ISBENCOM

Le associazioni, ai fini della compilazione online delle proposte, possono avvalersi dell’assistenza dell’Ufficio Protocollo generale, in orario d’ ufficio (dal lunedì al venerdì: 8.30 -15.45), contattando i recapiti telefonici: 035/399452 – 035/399048 o inviando una mail ai seguenti indirizzi: gianno@comune.bg.it, ebelloni@comune.bg.it.

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.