Conclusa l’edizione 2016 “I Maestri del Paesaggio 2016” – Bergamo

INTERNATIONAL MEETING OF THE LANDSCAPE AND GARDEN

BERGAMO, CAPITALE DEL VERDE

DAL WILD AL COOL

 

Si è conclusa I Maestri del Paesaggio 2016, edizione che più di altre ha saputo stupire e coinvolgere portando a Bergamo i più famosi landscape architect e garden designer internazionali per l’esclusivo osservatorio sul tema Wild Landscape. Ma non tutto è terminato: al via i lavori per il nuovo «volto didattico» della Passerella della Biodiversità – protagonista quest’anno in Piazza vecchia e per un’edizione 2017 in cui tutto sarà molto… Cool!

Ancora una volta con un successo straordinario, capace di rendere Bergamo punto di riferimento indiscusso per la cultura e gli studi di paesaggio, è calato il sipario su I Maestri del Paesaggio 2016. La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale Arketipos e dal Comune di Bergamo, ha avuto come tema centrale il paesaggio selvaggio richiamando in città alcuni tra i più famosi Landscape Architect e Garden Designer del mondo per riflettere su questo appassionante argomento che riflette sul desiderio dell’uomo rapportarsi con la natura nella quotidianità.

maestri-paesaggio

Successo grazie alle tante, tantissime, iniziative dedicate a un pubblico molto trasversale: oltre all’allestimento di Piazza Vecchia con la passerella per camminare lungo il paesaggio orobico e quello di Piazza Mascheroni con gli irresistibili percorsi sospesi del parco avventura, le serate Green Fashion, Green Show, Green Food, Green TourGreen Design, i due giorni di approfondimento al Teatro Sociale con l’International Meeting, ma anche gli Open Gardens, le mostre, i contest e i laboratori dedicati ai più piccoli.

«Un vero e proprio concerto di professionisti pronti a valorizzare la nostra città riscoprendone l’animo green e wild. Un progetto che poco a poco sta diventando simbolo di un’identità forte di Bergamo: città di alto profilo storico e culturale, al passo con i tempi e attenta al recupero di una dimensione di vita ecosostenibile. Per questo, con l’Amministrazione comunale, continueremo a sostenere I Maestri del Paesaggio, manifestazione che quest’anno è stata capace di fare ancora un passo in avanti, ospitando il convegno internazionale del Consiglio Nazionale dei Dottori Agronomi e dei dottori Forestali (CONAF) e l’Associazione Mondiale degli Agronomi (WAA). Perché è proprio dalla multidisciplinarità che riusciamo a raggiungere l’eccellenza» – ha dichiarato Giorgio Gori, sindaco di Bergamo.

maestri-del-paesaggio

«I Maestri del Paesaggio – ha aggiunto Claudia Terzi, assessore all’Ambiente della Regione Lombardiaha dimostrato ancora una volta la sua straordinaria capacità inclusiva, il suo essere di tutti e per tutti, occasione di incontro e stimolo alla conoscenza. Non solo tantissimi turisti, molti giunti per la prima volta in città, ma anche tanti bergamaschi, orgogliosi di poter scoprire o riscoprire la propria città sotto una nuova veste».

LA DESTINAZIONE DELLA PASSERELLA Anche le aree circostanti a Bergamo hanno goduto e godranno di una rinnovata energia green. Come l’area di proprietà Hidrogest, gestore del servizio idrico integrato nei territori dell’Isola Bergamasca e nella Valle San Martino, partner della kermesse, che a Baccanello (Calusco d’Adda) istallerà la Passerella della Biodiversità realizzata dai migliori artigiani bergamaschi e divenuta simbolo dell’edizione 2016 de I Maestri del Paesaggio. La passerella, infatti, che sarà smontata a partire dal prossimo martedì, sarà prima tenuta in custodia da Hidrogest e successivamente istallata, entro la prossima primavera a Baccanello, modificandola per ricavarne un’aula didattica di 120mq impermeabilizzata, al fine di garantirne la durata nel tempo e la relativa sicurezza. L’aula sarà poi messa a disposizione di scuole, associazioni, tra cui anche Il Legno dalla Natura alle Cose e Comuni che vorranno intraprendere percorsi formativi legati alla sostenibilità e alla valorizzazione del territorio.

maestri-del-paesaggio-bergamo1

L’area esterna e il parco adiacente, invece, con i percorsi interni e i punti di accesso riqualificati grazie al finanziamento a fondo perduto ottenuto da Fondazione Cariplo, saranno a disposizione dei visitatori. Un’occasione di straordinario interesse per vivere “on site”, sul campo, un’esperienza formativa legata ai temi ambientali, un’opportunità suggestiva e ricca di contenuti che vedrà l’integrazione tra più realtà del territorio: i giovani, gli artigiani, le imprese, gli agricoltori e i bergamaschi tutti.

«I Maestri del Paesaggio è anche questo: una straordinaria commistione di stili, animi e intenti, tutti impegnati nel dare nuova dignità e fruibilità alla nostra città e alle nostre colline e montagne. Una manifestazione che non smette di stupirci e di contaminare positivamente aree e tematiche. Basta pensare ai tanti eventi new entry di questa edizione: dalla moda alle energie luminose. Oserei dire: il racconto della bellezza che promette di continuare sempre in crescendo» – ha commentato Maurizio Vegini, presidente di Arketipos.

IL FOCUS 2017 Arketipos e Comune di Bergamo, infatti, stanno già lavorando per l’edizione 2017. Tema principale? Il Cool Landscape! Per spaziare da un’idea di paesaggio da brivido, ovvero utile a inibire gli effetti dello stress termico nelle città, a un’idea di raffrescamento dei sensi in un rilassante giardino. Ma anche Cool come cultura e arte, e quindi Rinascimento e “sprezzatura”, per dirla con Baldassarre Castiglione. Ergo: atteggiamento, stile, disinvoltura dell’arte, positività. E il nuovo allestimento di Piazza Vecchia quale sarà? Il maestro paesaggista olandese Lodewijk BALJON, incaricato di realizzare l’ambizioso progetto, mantiene il massimo riservo ma… una cosa è certa: sarà decisamente Cool!

Cosa ne pensi?

commenti

One thought on “Conclusa l’edizione 2016 “I Maestri del Paesaggio 2016” – Bergamo

  1. […] realizzata dai migliori artigiani bergamaschi e divenuta simbolo dell’edizione 2016 de I Maestri del Paesaggio. La passerella, infatti, che sarà smontata a partire dal prossimo martedì, sarà prima tenuta in […]

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.