Citta’ Alta, Grande successo per il Gran Gala’ per bambini di UNICEF

 “NOTTE DI S.LUCIA”

GRAN GALÀ DEI BAMBINI PER UNICEF – in Citta’ Alta, Bergamo

santa lucia unicef
santa lucia unicef

Tutto esaurito al Teatro Sociale sabato 12 dicembre per l’evento musicale benefico “Notte di Santa Lucia” Gran Galà dei bambini per Unicef.

L’iniziativa è nata da un’idea del Comitato Provinciale UNICEF di Bergamo, insieme a Teamitalia e Proloco Bergamo.

Tutti gli anni nei mesi di novembre e dicembre, l’Unicef, che da sempre è impegnata a promuovere e sostenere i diritti dell’infanzia in tutte le sue forme, in occasione della Ratifica di 189 Paesi del mondo della “Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, celebra in tutta Italia l’evento con diverse manifestazioni.

La finalità benefica ha caratterizzato dunque l’iniziativa, organizzata nella notte più magica dell’anno e dedicata a tutti i bambini: il ricavato della serata è stato destinato infatti alle campagne UNICEF per le emergenze in atto.

 

IL PROGRAMMA

Lo spettacolo molto suggestivo, presentato da Fabrizia Fassi e con la partecipazione del soprano Silvia Lorenzi, ha emozionato il pubblico che ha gremito il Teatro Sociale di Città Alta.

La serata ha preso il via con i saluti di Anna Pagnini Presidente del Comitato provinciale Unicef, Roberto Gualdi di Teamitalia, che ha curato l’organizzazione dell’evento e di Imelde Bronzieri Titolare di Mimisol Partner dell’iniziativa.

Una proposta artistica di alto livello ha affascinato i presenti: si sono esibite quattro cantanti dagli 8 ai 14 anni accompagnate dall’Harmony Choir della Tin Pan Alley Academy School, primo Coro certificato Trinity College of London. Le esibizioni canore sono state intervallate da spettacoli di danza a cura di Danzarea, Accademia Arte Bergamo e Ballet Studio Bergamo, che hanno eseguito pezzi di classico, moderno e hip hop.

Da segnalare l’emozionante l’esibizione di tessuti aerei su musica di Ludovico Einaudi, coreografia di Nicola Forlani, a cura di Accademia Arte Bergamo.

 

 

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.