“Cammino dei bergamì”, una tre giorni a piedi tra Valsassina, Valtaleggio e Valle Imagna

21 giugno 2016 Articoli Vivere Bergamo0

Ripercorrere i passi di generazioni e generazoni di allevatori e di animali al loro stesso ritmo lento, immergersi nella storia e nel paesaggio che cambia, conoscere il cibo che ne è espressione, entrare a contatto vivo con le voci della memoria, questo è quanto si propone l’iniziativa “Cammino dei bergamì”. Si tratta di una tre giorni a piedi dal 24 al 26 Giugno tra Valsassina, Valtaleggio e Valle Imagna sulle orme dei bergamì, i transumanti bovini, protagonisti della civiltà casearia lombarda.

Cammino dei bergamini

 Un evento culturale aperto a tutti che si snoda su un percorso alla portata di tutti  attraverso alpeggi, nuclei rurali, contrade di una montagna vicina ma poco conosciuta.  Sostando in trattorie, agriturismi, antiche locande e una “bibliosteria” ricavata dal restauro di un tipico edificio valdimagnino del XVII secolo. All’insegna di valori trascurati che tornano attuali e indispensabili, di uno scambio vitale tra montagna e città al di fuori dalle complusioni turistiche e gli inganni di uno “sviluppo” senza futuro, di una cultura che arricchisce e crea condivisione dove non c’è confine tra istruzione e divertimento, dove il cibo è cultura e socialità.

Il cammino dei bergamini

L’iniziativa è promossa dall’Associazione italo-svizzera Amamont – Associazione amici degli alpeggi e della montagna in collaborazione con il Festival del pastoralismo di Bergamo, Centro studi Valle Imagna, Onaf – Associazione nazionale assaggiatori di formaggi, Pro Loco Morterone, Comune di Morterone, Comune di Corna Imagna, Associazione Ruralalpini, Associazione Gente di montagna e Valle BrembanaWeb.

Programma della tre giorni

Venerdì 24 giugno

Partenza dalla Stazione di Lecco (dove si arriva comodamente in treno) alle 14.30 (ma si può concordare appuntamento a Ballabio) e trasferimento con auto degli organizzatori alla Colmine di San Pietro (23 km ).

 La Colmine di San Pietro 1250 m era una parrocchia transumante. I parrocchiani scendevano tutti con le vacche in pianura in inverno e anche il parroco.

Partenza dalla Colmine alle 16.30. Percorso a piedi via Olino fino a Morterone a piedi (8 km in leggera discesa per strada sterrata 90).

Resegone - Morterone

Arrivo a Morterone ore 18.00. Alloggiamento e breve visita del paese con oggetto le architetture tradizionali e le sculture di arte contemporanea che caratterizzano questo piccolissimo paese (per anni il più piccolo – in termini demografici) d’Italia.

Sabato 25 giugno

ore 9.30 Partenza per l’Alpe Valmana (1480 m) (foto sipra) alla Costa del Pallio  (300 m di dislivello in salita). Pranzo leggero (con materie prime molto locali) in agriturismo .

Pomeriggio sosta lungo il percorso di discesa in Valle Imagna ai Tre Faggi località molto suggestiva (1400 m) sulla dorsale tra valle Imagna e val Brembilla.

Tre Faggi Valle Imagna

Discesa alle contrada Canaggio di Corna e proseguimento a piedi sino alla nuova struttura di ospitalità rurale e attività culturali  di Cà Berizzi (fabbricato tradizionale oggetto di restauro del XVII sec.  gestito dal Centro studi Valle Imagna) (Contrada Regorda) con intrattenimento musicale e conversari.

Cena e pernottamento in camere e camerone (struttura nuovissima inaugurata da pochi giorni e molto confortevole e funzionale). In caso di capienza parte dei partecipanti saranno ospitati presso L’antica locanda Roncaglia (camere d’epoca molto accoglienti).

Per chi non può partire prima, arrivo autonomo (o aggregandosi ad altri partecipanti  con raduno a Lecco o Ballabio) in modo da cenare con chi già arrivato alle 19.30 presso la Trattoria dei Cacciatori ;

alle 21.00  mini convegno di presentazione di Morterone (33 abitanti 49 frazioni) da parte di Pro Loco e Comune  (chi non può arrivare per cena può arrivare anche dopo e pernottare)

Domenica 26 giugno

Alla mattina visita alla Cà dello stracchino (Coop. Tesoro della bruna) e a tipiche strutture architettoniche (contrade) di Corna.

Tipiche strutture di Corna

ore 13.00 Pranzo all’Antica locanda Roncaglia (del Centro studi Valle Imagna).

Dopo pranzo, accompagnamento con auto private dei partecipanti sino a Fuipiano da dove con soli 300 m di salita si ritorna a Morterone (per recupero auto). Chi rientra con i mezzi pubblici scenderà a piedi (o portato con auto private) a Sant’Omobono dove potrà con bus raggiungere Bergamo.

Costo alloggio e pranzi 130 € (togliere 45€ se si arriva sabato mattina o 25€ se si arriva Venerdì dopo cena o riparte prima del pranzo di Domenica). Passaggi con auto private gratuiti.

Equipaggiamento

Sono necessari zaino piccolo (no colazioni al sacco), scarponcini e giacca a vento/mantella, maglione, pantaloni e maglia di ricambio , calze da scarponcino, cappello da sole e crema solare, boraccia (o adeguato contenitore liquidi di almeno 1 l ).

Allenamento – non necessario secondo standard escursionistici in ragione dello scarso impegno dei percorsi

Iscrizione/acconto di 50 € a persona (che saranno scalati sul costo di pernottamenti/pranzi) da versare a: Associazione Festival del Pastoralismo, Via Regorda 6, 24030 Corna Imagna (BG)
IBAN IT17M033 5901 6001 0000 0133 711. Saldo tramite lo stesso mezzo prima dell’evento o sul posto.

Per maggiori informazioni chiamate al numero di telefono 3282162812 oppure chiedete informazioni all’indirizzo mail  festivalpastoralismo@gmail.com    

Michele Corti            

 

 

 

 

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.