Bergamo ama il Giappone, un’altra settimana nipponica nel cuore della città

bergamo-ama-il-giappone

Sulla scia del successo delle prime giornate, Kokoro, la neo-costituita associazione per la diffusione della cultura giapponese, regala a Bergamo una settimana in più di eventi nipponici. Dall’1 ottobre e, a grande richiesta, fino al 22 ottobre, la 255 Raw Gallery, polo creativo della vivace via Torquato Tasso 49C a Bergamo, ospita serate a tema orientale, tra proiezioni cinematografiche, conferenze, mostre, laboratori di calligrafia, origami, ikebana e corsi sull’antichissima cerimonia del tè.

L’iniziativa, organizzata in corrispondenza dei 150 anni di amicizia fra Italia e Giappone, con il patrocinio del  Comune di Bergamo, del Consolato del Giappone e della Fondazione Italia-Giappone, da voce alla comunità di Giapponesi a Bergamo e provincia, 137 persone, secondo i dati del Consolato Generale del Giappone a Milano, pari al 3% di un totale di 4323 residenti giapponesi in Lombardia, lasciando che le loro tradizioni prendano forma nella Galleria inaugurata recentemente a Palazzo Zanchi. Il tutto, con l’attivo coinvolgimento dei commercianti di via Tasso e via Pignolo che hanno aderito spontaneamente all’iniziativa riportando sulle vetrine dei negozi, i propri nomi in “lingua giapponese”.

E dalla creatività eclettica del quartiere, tuffarsi nelle atmosfere giapponesi è facilissimo, ammirando all’interno della 255 Raw Gallery la mostra fotografica di Tamayo Horiuchi, artista che con immagini di pieni e vuoti, di solitudini e pienezze, stampate su carta giapponese di altissima qualità, racconta「古今東西」Kokontōzai – Un luogo tra passato e presente. Il tutto, a un passo da un karesansui, il tradizionale giardino secco zen, firmato dall’architetto Flavio Camerata e dal team diretto da Giovanni Veronesi.

Ma a emozionare i visitatori ci penseranno anche eventi come la vestizione del kimono con le maestre Kitamura Maki e Kanazawa Yuri che spiegano come indossare il tradizionale abito giapponese yukata, il kimono estivo, il cui significato letterale è “abito da bagno”. (mercoledì 19 ottobre dalle 17 alle 18.00. Il fotografo Giulio Bassi scatterà una foto che verrà poi consegnata alla modella previa iscrizione e prenotazione presso la Galleria il pomeriggio dalle 16:00 alle 19:00).

Ancora: saranno prolungati anche il il workshop di shodō con la maestra Matsuhashi Miwa e Yoko Tanaka, ovvero l’arte giapponese della calligrafia, in cui conta non solo la bellezza delle linee, ma anche la scoperta della saggezza impressa in forme millenarie, (È necessaria l’iscrizione, presso la 255 Raw Gallery per la lezione-prova di martedì 18 ottobre, dalle 16.30 alle 18.30).

Sabato 22 ottobre, a grande richiesta vestizione di kimono tradizionale in serata e laboratori creativi per bambini.

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.