Bergamo: 55° edizione del “Riconoscimento del lavoro e del progresso economico”

La Camera di Commercio di Bergamo premia i lavoratori bergamaschi

55 Premio dei lavoratori
55 Premio dei lavoratori

Si terrà domenica 13 dicembre alle ore 9.30 presso la Fiera di Bergamo la 55° edizione del “Riconoscimento del lavoro e del progresso economico”, un evento a cadenza annuale con cui la Camera di Commercio riconosce e premia i meriti dei lavoratori bergamaschi.

Il premio, inizialmente destinato al riconoscimento della sola anzianità di servizio dei lavoratori dipendenti, fu istituito nel 1952 su specifica richiesta del Ministero dell’Industria e del Commercio. L’allora Presidente della Camera di Commercio di Bergamo, Giacinto Gambirasio, fu quindi per la nostra Provincia interprete e testimone dei valori distintivi della sua istituzione. La manifestazione, tuttavia, come prevede ogni itinerario di durata storica, non ha avuto sempre una vita facile: diverse sono state le vicissitudini che ne hanno segnato le edizioni, compromettendone talvolta la cadenza annuale. Ma proprio grazie a queste vicende, la premiazione si è rafforzata nei suoi tratti essenziali, acquisendo una propria identità, proponendo valori imprescindibili, come l’etica e l’integrità: dal 1980 in poi l’appuntamento ha avuto luogo puntualmente ogni anno, fortemente voluto dalla Camera di Commercio.

Dal 2006 il premio ha assunto una nuova configurazione, riconoscendo anche quei profili professionali che, a prescindere dall’anzianità di servizio, quotidianamente contribuiscono ad uno sviluppo qualificato e talvolta eccellente dell’economia bergamasca.

Nel corso del Riconoscimento del Lavoro e del Progresso economico 2015 verranno consegnati 88 premi. I premiati sono suddivisi in quattro categorie: Lavoratrici e Lavoratori dipendenti o autonomi – (2 premi), Lavoratrici e Lavoratori dipendenti – Anzianità e fedeltà (70 premi), Coltivatori diretti (5 premi) e Imprese Industriali, Commerciali, Agricole e Artigiane (11 premi).

A questi si aggiungono 2 personalità benemerite, fiori all’occhiello dell’intraprendenza del nostro territorio: il filosofo Mauro Ceruti, che annovera nel suo curriculum la presidenza della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bergamo, e l’imprenditore Benito Guerra, alla guida di Robur, azienda creativa e all’avanguardia in cui si coniugano tecnologia, etica, cultura ed economia.

Il premio torna così anche quest’anno come un appuntamento profondamente inserito nel tessuto economico bergamasco e come una preziosa occasione per mettere in luce le eccellenze, spesso nascoste, nel particolare legame che unisce la vita professionale a quella sociale e che rende il lavoro non solo un’esigenza, ma anche e soprattutto uno strumento di arricchimento per l’intera comunità.

In particolare, a pochi giorni dagli attentati di Parigi, l’edizione 2015 vuole essere spunto per rimarcare l’importanza del lavoro nel processo di realizzazione del singolo individuo e, di conseguenza, dell’umanità intera. Ancor più profondamente, attraverso i filmati, le immagini e le parole, la Camera di Commercio di Bergamo intende quest’anno dar valore al lavoro come strumento per la costruzione di una civiltà collaborativa e serena e professarsi con convinzione in favore della pace.

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.