A BORGO SANT’AGOSTINO SI ASSAGGIA, SI GIOCA E SI INCONTRA VINOUMANO

Martedì 2 agosto 2016, a Borgo Sant’Agostino in Città Alta a Bergamo, evento gioco-degustazione di Timorasso dei Colli Tortonesi . Incontro con i vignaioli per portare a tutti la cultura del vino naturale

La serata “Vinoumano”, che si svolgerà il 2 agosto dalle ore 20.00 presso la terrazza del Borgo all’interno del Parco di Sant’Agostino a Bergamo Alta, offrirà un’occasione di assaggio, di gioco e di approfondimento sul tema del vino artigianale, un momento di incontro con il produttore di vini naturali Paolo Carlo Ghislandi dell’azienda agricola Cascina I Carpini di Pozzol Groppo (AL).

Vinoumano Sant'Agostino 2 agosto

Dunque si assaggerà il Timorasso e si parlerà di vino. Parlare di vino non è cosa da tutti? Falso! Il vino è frutto della natura e del lavoro umano, per berlo e capirlo basta averne voglia, usare i propri sensi e trovare il giusto contesto per farlo: in un parco e con un vignaiolo naturale ad esempio.

Sant'Agostino Degustazione vini 2 agosto

Borgo Sant’Agostino ospita il nuovo format degustazione-gioco “Vinoumano” in cui si assaggia e si parla del vino usando una metafora, quella umana: “Se questo vino fosse una persona come sarebbe?”. Il format originale del gioco-degustazione ideato da “Vinomediatica”, agenzia bergamasca specializzata in comunicazione e marketing del vino, si basa sul concetto che tutti possono capire ed approfondire l’argomento vino e lo possono fare attraverso il gioco e l’interazione diretta con chi lo produce. Non è una degustazione tecnica quindi ma un gioco che si rivolge agli appassionati di vino e soprattutto a chi non ne sa o crede di non saper parlare del vino, per chi vuole capire e conoscere il vino mettendosi alla prova.

Mercoledi si conoscerà quindi il Timorasso, oggi punta di diamante dell’area dei Colli Tortonesi e affermato come uno tra i più grandi bianchi italiani. Si tratta di un’uva bianca autoctona del sud del Piemonte che è stata riscoperta a partire dagli anni ottanta da un gruppo di produttori locali tra cui l’ospite della serata, Paolo Carlo Ghislandi di Cascina I Carpini.

Sant'Agostino 2 agosto degustazione vini

Il Borgo Sant’Agostino, con la presenza di ben 18 prestigiose realtà ristorative della Città Alta, oltre a proporre un’offerta gastronomica coi fiocchi da sempre fa cultura enogastronomica, dunque in questa occasione invita i vignaioli a parlare con il pubblico di vini naturali. Perchè i vignaioli? Perchè ben rappresentano la varietà e la ricchezza della produzione enologica italiana, fatta da più di 350.000 piccole e piccolissime aziende vinicole (la cui dimensione media in Italia è di 1.6 ettari), producono vere e proprie rarità, valorizzano i vitigni autoctoni, curano direttamente la produzione del vino dalla vigna alla cantina ed hanno per questo uno sguardo attento e sensibile sul loro territorio. Perchè i vini naturali? Perchè provengono da produzioni sostenibili che rispettano la salute dell’uomo e l’ambiente.

L’evento degustazione in forma di gioco è gratuito e non necessita di prenotazione, basta presentarsi alla terrazza nella fascia oraria indicata e giocare.

 

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.