26 settembre 1982: Prima TV per la serie “Supercar”

Accadde Oggi...0

prima-tv-per-la-serie-supercar

Supercar (Knight Rider) è una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1982 e il 1986, interpretata da David Hasselhoff.

La vicenda inizia con il salvataggio di un uomo da parte delle industrie Knight, l’uomo è Michael Arthur Long (interpretato da Larry Anderson), che viene quasi ucciso da dei criminali. La sua vita cambia completamente: diventa Michael Knight (interpretato da David Hasselhoff) ed assieme a KITT, un’automobile completamente automatizzata e in grado di parlare, controllata da un’intelligenza artificiale, comincerà una lunga battaglia contro “le forze del male”.

La serie ha vinto un “People’s Choice Awards” nel 1983 per il miglior attore protagonista e uno “Young Artist Awards” per il miglior giovane attore non protagonista, Keith Coogan, sempre nel 1983. Verrà interrotta alla fine della quarta stagione, nel 1986, a causa di un repentino calo degli ascolti, che non riuscivano più a bilanciare gli elevatissimi costi di produzione. Ciò avvenne in modo del tutto improvviso e imprevisto, in quanto l’ultimo episodio in assoluto,La spedizione maledetta, termina in modo completamente normale senza lasciar presagire nulla della fine definitiva della serie.

Il telefilm è rimasto per molti appassionati oggetto di culto, nonostante le riprese siano terminate da una ventina d’anni. Vi sono numerosi Fan Club e forum in varie nazioni. Alcuni fan più appassionati posseggono delle repliche perfette sia negli interni che negli esterni di KITT e di KARR, elaborate a partire dal modello di serie dell’auto da cui entrambi derivano (una Pontiac Firebird Trans Am).

Il 17 febbraio 2008 è stato mandato in onda sulla rete televisiva americana NBC un film della durata di due ore che avrebbe potuto essere l’episodio pilota di una nuova serie di Supercar, cosa che poi si è concretizzata grazie agli indici di ascolto estremamente alti. La nuova serie, chiamata Knight Rider, è iniziata mercoledì 24 settembre sulla NBC.

Cosa ne pensi?

commenti

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.